LUSSEMBURGO: La notifica di euro 5000 per prodotto di vaping non passa!

LUSSEMBURGO: La notifica di euro 5000 per prodotto di vaping non passa!

In Lussemburgo, i negozi di sigarette elettroniche dovranno pagare 5 000 per ogni nuovo prodotto proposto. Una scelta che non passa e può gestire piccole imprese.


UN COSTO DI NOTIFICA ECCESSIVO, I NEGOZI CHE COMINCIANO A CHIUDERE!


«Le sigarette elettroniche spariranno una dopo l'altra"Predice Véronika Rémier, direttore del negozio Troc la tua sigaretta che chiuderà a 1er agosto. In questione, una disposizione della nuova legge antifumo che prevede la tassazione dei prodotti vaping allo stesso modo del tabacco.

«I fabbricanti e gli importatori di sigarette elettroniche e di contenitori di ricarica devono presentare una notifica alla direzione della salute in merito a qualsiasi prodotto che intendono immettere sul mercato. Una tassa di 5 000 euro è dovuta per qualsiasi notifica"Dice il ministero della salute.

Una tassa «che i produttori si rifiuteranno di pagare. Preferiranno spostarsi dall'altra parte del confine"Dice Mrs Rémier. Né la Francia né la Germania hanno ancora recepito la direttiva UE all'origine della misura.

Il negoziante considera il Lussemburgo molto più severo con lo svapo che con il tabacco e ricorda che nel Granducato "il prezzo del pacchetto è molto più basso che altrove". Lei ritiene che la sigaretta elettronica "aiuta le persone a smettere di fumare". Un'idea confutata dal Ministero della Salute: " Le sigarette elettroniche rappresentano un potenziale rischio per la salute. Il suo utilizzo può stimolare l'iniziazione al fumo tra i giovani'.

Fonte : Lessentiel.lu/

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).