ARABIA SAUDITA: una tassa sullo svapo per ridurre il deficit causato dal prezzo del petrolio!

ARABIA SAUDITA: una tassa sullo svapo per ridurre il deficit causato dal prezzo del petrolio!

In Arabia Saudita, lo svapo potrebbe diventare un modo per salvare le scatole! In effetti, il paese ha appena imposto tasse speciali su e-sigarette, e-liquidi e bevande analcoliche, una "soluzione" per ridurre il deficit di bilancio causato dai prezzi del petrolio che sono crollati negli ultimi anni .


UNA TASSA 100% SUI PRODOTTI VAPE NELL'ARABIA SAUDITA!


L'Arabia Saudita ha appena imposto tasse speciali sui prodotti di vaporizzazione, e-liquidi e bevande analcoliche. Questa misura estende un'imposta simile introdotta in 2017 come parte degli sforzi reali per ridurre il deficit di bilancio causato dai prezzi del petrolio che sono crollati negli ultimi anni.

L'Autorità generale di Zakat e Taxes ha dichiarato che una tassa di 100% sarà imposta sulle sigarette elettroniche e sui prodotti di vaping. Verrà inoltre applicata una tassa pari al 50% sulle bevande zuccherate e al 100% sulle bevande energetiche.

L'autorità ha preso questa decisione lo scorso maggio 15 e la decisione è entrata in vigore il sabato successivo dopo la sua pubblicazione sulla rivista ufficiale. Queste tasse sono incluse in una categoria per prodotti considerati pericolosi per la salute pubblica.

L'Arabia Saudita, il più grande esportatore di petrolio del mondo, ha introdotto una 5% di imposta sul valore aggiunto (NPP) a gennaio 2018 per aumentare le entrate non petrolifere dopo che i prezzi del petrolio sono scesi dalla metà di 2014, che ha reso le sue finanze caotiche. Ma questo non è abbastanza e dobbiamo trovare altre alternative per salvare le perdite finanziarie del paese.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).