Top banner
Top banner
STUDIO: Cancro, malattie cardiache ... L'e-sigaretta accusata ingiustamente!
STUDIO: Cancro, malattie cardiache ... L'e-sigaretta accusata ingiustamente!

STUDIO: Cancro, malattie cardiache ... L'e-sigaretta accusata ingiustamente!

Alcuni giorni fa, Hyun-Wook Lee, un ricercatore della New York University ha pubblicato uno studio sull'impatto dell'aerosol della sigaretta elettronica su cellule umane e di topo. Secondo questo studio, l'e-sigaretta potrebbe essere dannosa per i parametri del cuore e dei vasi sanguigni, causando vasocostrizione, aumento della pressione sanguigna, frequenza cardiaca e rigidità arteriosa. Tuttavia, diversi scienziati specializzati in vaping sono stati pronti a denunciare il protocollo di questo studio che sembra accusare ancora una volta il famoso dispositivo.


CANCRO, MALATTIE CARDIACHE ... QUANDO LA STAMPA CONDANNANO L'E-SIGARETTA SENZA PROVA!


Basti dire che con una tale ronzio, AFP (Agence France Presse) e buona parte dei media sono saltati sul disco come affamati senza nemmeno prendere il tempo di contattare alcuni scienziati in Europa. Dalla scorsa notte, troviamo ovunque lo stesso titolo " La sigaretta elettronica aumenterebbe il rischio di alcuni tumori oltre alle malattie cardiache Con contenuti pre-progettati da AFP.

"Secondo alcune pubblicazioni scientifiche, la sigaretta elettronica potrebbe essere dannosa per i parametri cardiaci e dei vasi sanguigni, e quindi causare vasocostrizione, aumento della pressione sanguigna, frequenza cardiaca e rigidità arteriosa. In questo caso, tutti i parametri noti sono correlati alla salute cardiovascolare.

Comunque, secondo il recente lavoro di ricercatori della facoltà di medicina della New York University, pubblicato lunedì negli Atti di l'American Academy of Sciences (PNAS)fumare sigarette elettroniche potrebbe aumentare il rischio di alcuni tumori e malattie cardiache. Infatti, secondo i risultati preliminari di uno studio su topi e cellule umane in laboratorio, il vapore di nicotina potrebbe essere più dannoso di quanto si pensasse in precedenza.

Da questo lavoro, sembra che, esposti a svapare per dodici settimane, i roditori aspirassero la dose equivalente di vapore di nicotina e la durata a dieci anni di vaping per gli umani! Alla fine di questo esperimento, gli scienziati hanno notato danno nel DNA del polmone, della vescica e delle cellule cardiache di questi animali e una riduzione del livello delle proteine ​​di riparazione delle cellule in questi organi rispetto ai topi che avevano respirato aria filtrata durante lo stesso periodo«.

E non è tutto: effetti avversi simili sono stati osservati nelle cellule umane di polmone e vescica esposte in laboratorio alla nicotina e un derivato cancerogeno di questa sostanza (nitrosamina). Queste cellule hanno subito in particolare livelli più elevati di mutazioni tumorali.

« Sebbene le sigarette elettroniche contengano meno agenti cancerogeni rispetto alle sigarette convenzionali, lo svapo può essere maggiormente a rischio di sviluppare cancro ai polmoni o cancro della vescica e sviluppare malattie cardiache.", Scrivi i ricercatori di chi Pr Moon-Shong Tang, Professore di Medicina e Patologia Ambientale presso la Facoltà di Medicina della New York University, l'autore principale. "

Quindi, dovremmo essere preoccupati per questo studio che va in loop sui canali di notizie e nei media cartacei e online? Non è così sicuro ...


"UN METODO CHE NON SIGNIFICA TUTTE LE CONDIZIONI NORMALI DI UTILIZZO"


Questo non perché i media mainstream non menzionano che gli scienziati sul campo non hanno voce in capitolo! E come spesso dopo la pubblicazione di uno studio, si sentono alcune voci!

E tanto per chiarire immediatamente che si può facilmente dire cosa si vuole uno studio di cui " il metodo non imita affatto le normali condizioni d'uso«.

Su un articolo del sito US News, Moon Shong Tang, ha detto il co-autore del famoso studio « Abbiamo scoperto che l'aerosol di sigaretta elettronica privo di nicotina non causa alcun danno al DNA« successivamente affermandolo LL'e-liquid con nicotina ha causato un danno simile alla sola nicotina«. Chiaramente, sarebbe il problema della nicotina e non l'e-liquid? No stupendo? Addirittura afferma che il danno visto con queste dosi di nicotina per un topo sarebbe equivalente a quello osservato negli esseri umani con il fumo passivo. Specifica negli Stati Uniti che con i dati nelle loro proprietà non è possibile affermare possibili conseguenze cancerose.

Molti altri scienziati hanno anche abbracciato l'argomento come il Pr. Peter Hajek, Direttore dell'unità di ricerca sulla dipendenza dal tabacco presso la Queen Mary University di Londra, che afferma:

« Le cellule umane sono state immerse in nicotina e nitrosammine cancerogene disponibili in commercio. Non sorprende, ovviamente, che questo danneggi le cellule, ma non ha nulla a che fare con gli effetti dello svapo sulle persone che lo usano. »

per Il professor Riccardo Polosa dall'università di Catania, c'è chiaramente un problema nella metodologia utilizzata :

« Il metodo descritto dagli autori non imita le normali condizioni d'uso dei prodotti vaping. Le condizioni riprodotte in questi esperimenti sono esagerate e favoriscono la produzione di sostanze tossiche. I nostri studi su pazienti con malattie polmonari dimostrano non solo l'assenza di danni ma evidenziano gli stessi miglioramenti che si possono ottenere smettendo di fumare «.

Infine, sembra che durante l'esperimento, ogni topo inalò fino a 20 000 sbuffa al giorno mentre in condizioni normali è in mezzo un umano Bigné 200 e 300. Questa informazione da sola sarebbe sufficiente a chiarire che lo studio presentato da Hyun-Wook Lee non è molto serio

Fonte : Lalibre.be - Theguardian.com - Notizie su noi - Vapolitique - Pnas.org
Informazioni pubblicate da AFP -

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.

8 Commenti

  1. Alexandre Bridel

    "E sia chiaro subito che si può facilmente far dire quello che si vuole a uno studio il cui" metodo non imita affatto le normali condizioni d'uso "".
    Sì, tanto per chiarire in questo momento, dalla parte superiore del tuo bac + zero nella disciplina, puoi dirci quale metodologia è valida e quale metodologia non è, quale ricercatore ha ragione e quale ricercatore è sbagliato.

    1. RILAX

      non devi essere uno scienziato o un laureato per capire che se brucia le verdure per renderle carbone nero (pieno di buon cancro), non è che le verdure fanno male alla salute, ma il modo di prepararle.
      Ecco la stessa cosa: hanno creato una sovraesposizione (= cottura eccessiva di verdure) costringendo a creare composti non adatti alla salute. Guasto in ecig o metodo?

      1. Alexandre Bridel

        Se ti sembra così ovvio, puoi digitare il nome dell'autore dello studio, Moon-Shong Tang, su Google. Troverai il sito web del suo laboratorio di ricerca, sul quale troverai l'indirizzo e-mail e il numero di telefono del gentiluomo (oltre al suo modesto curriculum). Sarai in grado di contattarlo e spiegare come la sua metodologia è cattiva. Dopo decenni di ricerche su tabacco e cancro, il signore sarà lieto di apprendere che la sua metodologia è sbagliata, cosa che gli permetterà sicuramente di compiere un passo da gigante nella sua ricerca futura.

        Finché ci sei, puoi contattare gran parte del mondo scientifico, perché amministrando grandi quantità di prodotti ai topi, sembra essere un luogo comune nel mondo della ricerca medica. Ci sono probabilmente migliaia di ricercatori che puoi illuminare. Faranno una di queste teste quando si renderanno conto del loro errore!

        1. RILAX

          come sembri conoscere Google, cogli l'occasione per ricercare la metodologia di questo studio, vedrai che ci sono molti scienziati che ne fanno una domanda. Non solo povere donne che hanno un po 'di cervello.

  2. Wohnen Lemovices

    Alexandre Bridel dici: «» Ebbene sì, non appena lo specifichi, dalla parte superiore del tuo bac + zero nella disciplina, puoi dirci quale metodologia è valida e quale metodologia non è, quale ricercatore ha ragione e quale ricercatore ha torto. ""! Bene ti risponderò (all'altezza del tuo brevetto del college + 0): per confrontare i due prodotti, sarà saggio usare lo stesso metodo! nello studio citato nell'articolo, la percentuale di prodotti nocivi (nicotina ...) e la frequenza dell'esposizione sono troppo alti (e persino totalmente sovraesposti) per "imitare" l'esposizione normale! de facto, i risultati sono anche "fuori dal comune" quindi non credibili! esempio di studi "contro lo svapo!
    Naturalmente resto a vostra disposizione per ogni ulteriore risposta, cordialmente

    1. Alexandre Bridel

      Non è il mio posto per dire, è Moon-shong Tang, l'autore dello studio. Chi sono sicuro, sarà lieto di ricevere la tua analisi, così come tutti i ricercatori del laboratorio di ricerca che conduce. Immagino la loro reazione quando leggono "per confrontare i due prodotti, sarà saggio usare lo stesso metodo": "Ma è ovviamente! Ecco, non ci avevamo pensato! ". Potremmo vedere articoli di notizie "Un addetto alla sicurezza dietro una svolta scientifica al Laboratorio di Medicina e Patologia Ambientale della NYU School of Medicine."

  3. Raging "EVGA" Bull-90

    Oggi alla radio c'è stato questo articolo che è passato.
    Infortunio ai miei colleghi, ho recitato in radio o questo articolo è stato trasmesso, hanno il mio numero e spero di passare presto.
    Prendo parte a quell'ex fumatore, ci sono stati molti miglioramenti nel respiro.
    Questo studio è falso quanto la scoperta dell'America di Cristoforo Colombo.
    Ci sono stati studi sufficienti in Europa per sapere se questo è buono o no.
    RFJ deve solo stare in piedi.

Laisser une réponse