SVIZZERA: Il Gran Consiglio di Vaud chiede un quadro legale per la sigaretta elettronica!

SVIZZERA: Il Gran Consiglio di Vaud chiede un quadro legale per la sigaretta elettronica!

In Svizzera, il Grand Conseil vaudois desidera sottoporre la sigaretta elettronica allo stesso quadro legale dei prodotti del tabacco. Ha accettato in modo massiccio martedì per trasmettere un postulato in tal senso al Consiglio di Stato.


Graziella Schaller - Verde liberale

E-SIGARETTE IN VENDITA GRATUITE CHE FUGGONO A TUTTI I CONTROLLI!


« La sigaretta elettronica ti permette di allontanarti dal tabacco e va bene. Ma è soggetto al Food Act, è over-the-counter e fuori controllo Mi sono pentito dei liberali Graziella Schaller, autore del testo, una mozione trasformata in postulato durante il suo passaggio in commissione, a causa di una legge federale in preparazione sull'argomento.

Il Consiglio di Stato ha voluto attendere a causa della legge federale in consultazione. Ma partorisce con difficoltà, nota il parlamentare. La sua finalizzazione è prevista solo per 2022. E non è vincolante per il livello di pubblicità.

La premessa richiede disposizioni per proteggere i giovani, vietare le sigarette elettroniche nei luoghi pubblici, pubblicizzare tali prodotti e venderli ai minori. Il Vallese ha già fatto passi in questa direzione, dice Schaller.

« Il Consiglio di Stato non deve aspettare che questo prodotto possa devastare i giovani. Non deve essere venduto negli anni 18 , Ha notato il socialista Murielle Thalmann. ' Devi agire rapidamente e con forza "detto Hadrian Buclin (Insieme a sinistra), ricordando il potere della lobby delle sigarette nel Parlamento federale.

l'UDC Jean-Luc Chollet dalla sua parte ha sottolineato a grande contraddizione Tra preservare la salute pubblica e " camminare in anticipot »cannabis. Per il PLR Carole Dubois, la priorità è proteggere i minori e i non fumatori. Tuttavia, secondo lei, è meglio aspettare i risultati della consultazione federale.

» Per noi, tutto il fumo è proibito nei luoghi pubblici "Ha assicurato Pierre-Yves Maillard. Se necessario, la legge sarà completata in questo modo. Il Consiglio di Stato è inoltre impegnato nella prevenzione e nell'azione, in particolare nelle scuole e per la protezione dei minori.

La sigaretta elettronica è consentita come sostituto per i fumatori di sigarette convenzionali; non è così se il suo marketing mira a catturare nuovi consumatori, ha dichiarato il Consigliere di Stato. Per quanto riguarda il problema della pubblicità per la sigaretta elettronica, è più complesso, soprattutto perché la legge federale impedisce di avere limiti più severi, ha osservato il Consigliere di Stato.

Fonte : Lfm.ch/

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Redattore e corrispondente Svizzera. Vapoteuse da molti anni, mi occupo principalmente di notizie svizzere.