INDIA: il Ministero della Salute vuole vietare la vendita di sigarette elettroniche e di tabacco riscaldato.

INDIA: il Ministero della Salute vuole vietare la vendita di sigarette elettroniche e di tabacco riscaldato.

In India, il futuro della sigaretta elettronica sembra sempre più oscuro e incerto. Pochi giorni fa, il Dipartimento della Sanità indiano ha chiesto la fine della vendita o dell'importazione di sigarette elettroniche e dispositivi di tabacco riscaldati come quello che Philip Morris International Inc. intende lanciare negli Stati Uniti. paesi.


"GRANDE RISCHIO ALLA SALUTE" DEL MINISTERO DELLA SALUTE


Qualche giorno fa, il Ministero della Sanità indiano ha chiesto la fine della vendita o dell'importazione di sigarette elettroniche e dispositivi di tabacco riscaldati.

L'India ha leggi severe per scoraggiare il fumo, che secondo il governo uccide più persone di 900 000 ogni anno. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, il paese ha ancora milioni di 106 fumatori adulti. In un parere rivolto ai governi statali, il Ministero della Sanità ha dichiarato che i dispositivi di vaping e di riscaldamento del tabacco costituivano un "grande rischio per la salute" e che i bambini e i non fumatori che utilizzavano tali prodotti potevano diventare dipendenti da droghe. con nicotina.


PHILIP MORRIS VUOLE DI IMPORRE IQOS, IL MINISTERO DELLA SALUTE VUOLE PROIBIRE LA SUA VENDITA!


La posizione del governo con il gigante del tabacco Philip Morris, che prevede di lanciare il suo dispositivo iQOS in India. Secondo la Reuters, Philip Morris lavora a l'arrivo del suo sistema di tabacco riscaldato come prodotto di riduzione del rischio nel paese.

Ma il Ministero della Salute è stato chiaro e sta chiedendo agli stati indiani di "garantire" che la FINE (sistema elettronico di consegna del nicotina), comprese le e-sigarette, non siano più vendute, fabbricate o importate nel paese.

Secondo il ministero, questi dispositivi " rappresentano un rischio significativo per la salute del pubblico in generale, in particolare bambini, adolescenti, donne incinte e donne in età fertile«.

Un funzionario sanitario senior ha detto che il governo " inviato un messaggio forte "Per quanto riguarda la nocività dei suoi prodotti per la popolazione.


REGOLAZIONE DI E-SIGARETTA ANCORA IN ATTESA


L'anno scorso, un residente di Nuova Delhi si è lamentato con la Corte distrettuale di Delhi per chiedere la regolamentazione della sigaretta elettronica. Al fine di chiarire le questioni, la corte ha chiesto al Dipartimento federale della sanità alcuni giorni fa di specificare la data entro la quale devono essere annunciate le misure regolamentari.

« Il caso è stato archiviato per evidenziare l'assoluta mancanza di regolamentazione. Ora è essenziale adottare misure rigorose di attuazione"detto Bhuvanesh Sehgal, un avvocato con sede a Delhi.

Negli ultimi anni, il governo indiano ha intensificato gli sforzi per il controllo del tabacco, tra cui l'aumento delle tasse sulle sigarette ma anche il divieto di utilizzare le sigarette elettroniche in molti stati.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Redattore capo di Vapoteurs.net, il sito di riferimento sulle notizie dello svapo. Impegnata nel mondo dello svapo da 2014, lavoro tutti i giorni in modo che tutti i giornalisti e i fumatori siano informati.