Top banner
Top banner
Top banner
FILIPPINE: l'industria delle sigarette elettroniche resiste alle tasse!

FILIPPINE: l'industria delle sigarette elettroniche resiste alle tasse!

Nelle Filippine, la resistenza dell'industria delle sigarette elettroniche è organizzata contro le tasse che potrebbero spingere i fumatori a non scegliere più la transizione verso lo svapo. La lobby delle sigarette elettroniche ha affermato che i suoi prodotti sono più sicuri dei prodotti tradizionali e ha chiesto al governo di non tassarli alla stessa aliquota dei prodotti del tabacco.


TASSARE LA SIGARETTA ELETTRONICA ALLA STESSA TARIFFA DEL TABACCO?


Nelle Filippine, gruppi del settore dello svapo hanno dichiarato venerdì scorso che tassare le sigarette elettroniche allo stesso ritmo delle sigarette convenzionali non ridurrebbe il consumo di tabacco e potrebbe scoraggiare l'uso di questi prodotti. rischi ridotti.

In dichiarazioni separate, ilAssociazione delle Filippine dell'industria delle sigarette elettroniche (PECIA) et Vapers Philippines (Vapers PH) ha esortato i legislatori a conoscere gli studi che considerano le sigarette elettronichealternativa significativamente meno dannosa'.

«Forti tasse sui prodotti a rischio ridotto incoraggeranno solo i fumatori a usare sigarette convenzionali invece di passare a prodotti meno dannosi alla nicotina"Ha detto PH Vapors.

PECIA ha anche chiesto una consultazione pubblica sul progetto di legislazione fiscale, che dovrebbe discutere di altre misure per ridurre il fumo.

«PECIA desidera attirare l'attenzione sul fatto che il Congresso non ha tenuto una consultazione pubblica sul progetto di legge. La nostra organizzazione avrebbe potuto fornire le risorse e gli studi necessari per aiutare i rappresentanti della Camera a comprendere le strategie di riduzione del tabacco adottate da alcuni paesi Disse PECIA nella sua dichiarazione.

Bill (HB) 1026, approvato in seconda lettura 14 di agosto, aumenta le accise sul tabacco riscaldato e sulle sigarette elettroniche a pesos 45 (75ct di Euro) per 2020 e procede a un graduale aumento di 5 pesos (Euro 10ct) all'anno, alla pari con le sigarette convenzionali. L'imposta sui prodotti contenenti sali di nicotina sarà aumentata a pesos 30 per ml (50ct di Euro) con un ulteriore aumento annuo da 5 a pesos 45 fino a 2023.

Tuttavia, la versione del disegno di legge proposta dal Ministero della sanità e dal Ministero delle finanze propone che i prodotti a base di vapore siano tassati allo stesso tasso di pesos 45 per millilitro, con un graduale aumento dei pesos 5 all'anno.

Secondo Vapers PH, il Regno Unito e la Nuova Zelanda hanno incoraggiato i loro cittadini ad adottare "prodotti a base di nicotina meno dannosi, in particolare le sigarette elettronichePer combattere il fumo.

«Gli esperti stimano che il notevole calo del tasso di fumo in Giappone è stato accelerato dall'ingresso di prodotti del tabacco riscaldati nel mercato giapponese in 2014"Ha detto PH Vapers.


L'USO DELLA SIGARETTA ELETTRONICA E ' NON NECESSARAMENTE BENEFICIENTE«


Karl Kendrick T. Chua - Sottosegretario alle finanze

Il sottosegretario alle finanze, Karl Kendrick T. Chuatuttavia, ha affermato che le sigarette elettroniche e altri prodotti di vaporizzazione dovrebbero essere tassati alla stessa aliquota delle sigarette normali, poiché l'uso di sigarette elettroniche non è "necessariamente vantaggioso".

«Nella proposta DoH e DoF, l'accisa sulle sigarette elettroniche è stata aumentata a 45 pesos per allinearla alle sigarette normali, indipendentemente dal fatto che siano vaporizzate, riscaldate o bruciate, hanno lo stesso effetto Chua ha detto alla prima udienza del comitato per la difesa giovedì.

« Un prodotto del tabacco riscaldato è sostanzialmente uguale al prodotto del tabacco bruciato e non dovrebbe essere tassato diversamente", Ha aggiunto il signor Chua.

Il disegno di legge HB 1026 dovrebbe essere letto in lettura questa settimana e potrebbe essere inviato al Senato entro la fine di agosto. Secondo le stime della DoF, questa proposta sull'alcool e sulle sigarette elettroniche potrebbe generare circa 52 miliardi di pesos, mentre la legge HB 1026 dovrebbe generare 33,3 miliardi di pesos da 2020.

Se viene adottata la proposta DoH-DoF, le misure recentemente adottate e le accise sui prodotti del tabacco contribuiranno a ridurre il deficit di finanziamento Universal Health Care (UHC) da 10 miliardi a 62 miliardi di pesos in 2020.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).

Laisser une réponse