Top banner
SALUTE: la Francia si arrende alla paranoia e vuole rilevare problemi polmonari legati alle sigarette elettroniche

SALUTE: la Francia si arrende alla paranoia e vuole rilevare problemi polmonari legati alle sigarette elettroniche

Processo preoccupante ma non sorprendente! A seguito dell'attuale scandalo sanitario negli Stati Uniti riguardante la famosa patologia polmonare che sarebbe "legata allo svapo", la Francia ha appena lanciato una piattaforma per la segnalazione di polmonite grave nel suo territorio.


LA SALUTE FRANCESE INVIA UN “SEGNALE CATTIVO” AI FUMATORI!


Se l'approccio sembra innocuo e piuttosto onesto, è chiaro che il lancio di una piattaforma per la segnalazione di polmonite grave rimane un cattivo segnale per i fumatori. " Continua a fumare perché le sigarette elettroniche sono probabilmente pericolose!", Questo è il messaggio che possiamo leggere tra le righe poche settimane prima del lancio della nuova edizione di" Mese senza tabacco".

Un vento di paranoia proveniente dagli Stati Uniti? Ovviamente ! Da questa estate, la sigaretta elettronica è stata al centro dell'attenzione dopo lo scoppio di una grave epidemia di polmonite negli Stati Uniti. Ad oggi, si ritiene che 1080 persone soffrano di problemi polmonari, 18 persone sono morte. Tra i malati l'80% sarebbe sotto i 35 anni e il 16% sotto i 18 anni. Tuttavia, è l'olio di THC (cannabis) che sarebbe interessato da questa tragedia e non il vaporizzatore personale ... Ma comunque, il principio di precauzione risiede nella terra dei diritti umani!

La Francia non ne risente per il momento grazie alla sua legislazione che differisce da quella degli Stati Uniti, come spiega il professore. Jerome Salomon, Direttore generale della sanità: « Siamo molto attenti all'applicazione della direttiva europea sui prodotti contenenti in particolare nicotina e quindi abbiamo le stesse regole del tabacco. Il fatto che anche in Europa il livello di nicotina sia limitato a 20 mg / ml è un argomento importante.« 

Ma oltre agli effetti della nicotina, i sospetti delle autorità sanitarie si concentrano in particolare su miscele di sostanze, additivi, aggiunte di aromi o ricariche di cannabidiolo contenenti THC, l'agente psicoattivo della cannabis.


UN VAPOTAGGIO DI GIOVANI CHE RICHIEDONO LE AUTORITÀ SANITARIE


Mentre la sigaretta elettronica è spesso raccomandata come strumento per aiutare a smettere di fumare, oggi sempre più studenti delle scuole superiori non fumatori svapano e diventano dipendenti dalla nicotina questo pregiudizio. Una situazione che preoccupa le autorità sanitarie francesi.

« Abbiamo uno su due studenti delle scuole superiori che hanno già fatto il test e uno su sei studenti delle scuole superiori in Francia, sta esplodendo, che svapa ogni giorno! Se viene utilizzato, non come strumento di svezzamento, ma per entrare in una dipendenza, in particolare se questi prodotti contengono nicotina, abbiamo davvero un problema perché c'è il marketing intorno a coloranti, additivi, aromi e questo è davvero problematico.« , spiega il professor Jérôme Salomon, direttore generale della sanità.

A scopo precauzionale, sono invitati l'ARS, le strutture sanitarie e i professionisti segnalare casi di sospetta polmonite grave su una piattaforma dedicata.

Fonte : Francetvinfo.fr/

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.