SVIZZERA: il cantone di Berna deve legiferare sulla sigaretta elettronica.

SVIZZERA: il cantone di Berna deve legiferare sulla sigaretta elettronica.

In Svizzera, il Gran Consiglio del Cantone di Berna ha dato un forte segnale mercoledì per garantire una buona protezione della sigaretta elettronica dei giovani. La legislazione sarà messa in atto molto presto.


UN ESTENSIONE DELLA PROTEZIONE DELLA GIOVENTÙ CONTRO IL VAPOTAGE


Il Gran Consiglio del Cantone di Berna vuole proteggere i giovani dai "pericoli" della sigaretta elettronica. I suoi membri hanno ampiamente accettato mercoledì una mozione che chiedeva di estendere la protezione dei giovani contro lo svapo. Il legislatore cantonale non ha voluto aspettare fino all'entrata in vigore della legge federale sui prodotti del tabacco, che avverrà al più presto sull'orizzonte 2022.

Tuttavia, secondo il PPR (Partito radicale liberale), era necessario attendere che la Confederazione si posizionasse sulla sigaretta elettronica. Per i liberali radicali, non è ammissibile che ogni cantone sviluppi un quadro giuridico per regolamentare la vendita di e-sigarette. Un argomento che non ha convinto le altre fazioni del Gran Consiglio che hanno votato tutte a favore di questa mozione che mira soprattutto a garantire la protezione dei giovani, destinatari del settore del tabacco. L'SVP, che di solito tende a difendere la responsabilità personale, ha anche affermato l'importanza che il cantone legifera sulle e-sigarette per il bene dei suoi giovani cittadini.

Il tono era simile al direttore della salute: " Sii responsabile e proteggi la nostra gioventù "Ha martellato il consigliere di stato, Pierre Alain Schnegg. Il parlamento cantonale ha infine approvato questa mozione con i voti di 122 contro le astensioni di 16 e 4.

Fonte : Rjb.ch/

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Redattore capo di Vapoteurs.net, il sito di riferimento sulle notizie dello svapo. Impegnata nel mondo dello svapo da 2014, lavoro tutti i giorni in modo che tutti i giornalisti e i fumatori siano informati.