Top banner
Top banner
Top banner
CINA: Shenzhen City vieta le sigarette elettroniche nei luoghi pubblici!

CINA: Shenzhen City vieta le sigarette elettroniche nei luoghi pubblici!

Incredibile! Se c'è più di una città non si aspettava di vedere un divieto di e-sigarette è buono Shenzhen, dove ancora viene almeno il 90% dei vapotage dei prodotti disponibili sul mercato. Eppure questa città di un quartiere nel sud della Cina, ha aggiunto di recente e-sigaretta fumare la sua lista di controllo, rafforzando ulteriormente il divieto di fumare nei luoghi pubblici.


IL CAPO DELLA VAPE NEL MONDO VI PROPONE L'USO NEI LUOGHI PUBBLICI


La città di Shenzhen, che ospita molte aziende produttrici di sigarette elettroniche, ha appena bandito l'uso della sigaretta elettronica nei luoghi pubblici. Sorprendente? Beh, non proprio!

In Cina, è vietato fumare in tutti i luoghi pubblici al chiuso, nei luoghi di lavoro e nei trasporti pubblici. Tuttavia, c'è qualche controversia sul fatto che le e-sigarette dovrebbero essere nella categoria dei prodotti anti-tabacco.

Secondo i nuovi regolamenti, è vietato fumare nei luoghi pubblici di Shenzhen, comprese le piattaforme di autobus e le sale d'attesa nelle strutture pubbliche. Questa decisione segue la dottrina di altre città cinesi, tra cui Hong Kong, Macao, Hangzhou e Nanning, che hanno divieti simili sulle e-sigarette.

Secondo un rapporto pubblicato a maggio dal Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie, i giovani costituiscono la maggior parte degli utenti di sigarette elettroniche. Secondo questo rapporto, il suo tasso di utilizzo sarebbe aumentato da 2015 a 2018.

Se ci riferiamo al progetto Una sana Cina 2030 "Pubblicato in 2016, il paese ha fissato l'obiettivo di ridurre il tasso di fumatori (e un vapotage priori) in 15 anni e più per 20% da 2030, 26,6% ora contro.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).

Laisser une réponse