STATI UNITI: la tassa 75% sulle e-cigarette semina il panico nei negozi del Massachusetts!

STATI UNITI: la tassa 75% sulle e-cigarette semina il panico nei negozi del Massachusetts!

Negli Stati Uniti, la repressione della sigaretta elettronica è in corso! Questo è il caso nello stato del Massachusetts, dove i nuovi regolamenti preoccupano i negozi specializzati e i professionisti del settore. Oltre al divieto di vendita a meno di 21 anni, viene proposta un'accisa di 75% sui prodotti vaping. I venditori di e-sigarette sono presi dal panico al pensiero di dover chiudere i loro negozi seguendo una tassa così grande ...


Harriette L. Chandler - Senatore

"E-SIGARETTA HA CREATO UNA CRISI PUBBLICA DI SALUTE"


Martedì scorso, i venditori di sigarette elettroniche hanno esortato i legislatori a riconsiderare la legislazione per tassare i prodotti di vaping, sostenendo che ciò danneggerebbe i negozi specializzati di proprietà statale e i fumatori adulti che stanno cercando di smettere di fumare. .

« I prodotti sono tutti molto diversi. I prodotti sono consumati in modo diverso e il potenziale impatto sui consumatori varia considerevolmente da un prodotto all'altro "detto Brian Fojtik dalla National Tobacco Association, che ha testimoniato davanti al Revenue Committee.

Il gruppo di esperti scientifici ha ascoltato ulteriori testimonianze sulla proposta di accisa 75% sul prezzo all'ingrosso delle sigarette elettroniche, presentato dal senatore HChandler si arrende e il rappresentante Marjorie Decker.

I legislatori del Massachusetts hanno lanciato l'allarme sulla dipendenza da nicotina tramite e-sigaretta tra i giovani. L'assemblea legislativa ha approvato una legge chi ha alzato l'età minima per fumare da 18 a 21 anni in 2018. Le accise sono incluse nei piani dell'anno fiscale 2020 presentati dal Governatore Charlie Baker, la Camera e il Senato.

« Non penso di doverti dire che le e-sigarette hanno creato una crisi di salute pubblica "- Hariette Chandler - Democrat of Worcester.

Il consumo di sigarette elettroniche è aumentato significativamente negli ultimi anni tra gli utenti minorenni. L'opinione di un chirurgo generale da 2018 ha riportato che uno su cinque studenti delle scuole superiori e uno studente delle scuole superiori su 20 stavano fumando. Insegnanti e allenatori nelle scuole superiori del Massachusetts sostengono che i bambini fumano ciondoli che sembrano bastoncini USB nei bagni e nei corridoi.
faux

Marjorie Decker, un democratico di Cambridge, dice " È stato dimostrato che la tassazione riduce il consumo di prodotti del tabacco e riduce anche il consumo di sigarette Aggiunta " Riduciamo il consumo. Riduciamo la dipendenza. Stiamo riducendo i costi dell'assistenza sanitaria. »

Brian Fojtik - Associazione nazionale dei negozi di tabacco

Leo Vercollone, che gestisce dozzine di minimarket / stazioni di servizio per auto e stazioni di lavaggio auto in Massachusetts, ha detto che non è contro la tassa sulle sigarette elettroniche per combattere la dipendenza da nicotina nei minori ma che pensava che 75% fosse eccessivo. Ha anche affermato che ciò non impedirebbe alle persone di ottenere prodotti vaping.

Parlando con questi impiegati, dice " Dove trovano i bambini JUUL? E loro mi dicono Internet. ". " Non so che lotta combattere o come possiamo risolverlo, ma è quello che mi dicono. Ha detto Leo Vercollone, CEO di Verc Enterprises.

Brian Fojtik ha chiesto ai legislatori di mettere da parte la tassa. Sosteneva che una simile tassa non sarebbe solo dannosa per i commercianti, ma incoraggerebbe anche il commercio illegale e le attività illegali e inciderebbe in modo sproporzionato i residenti a basso reddito. Ha anche fatto una discussione sulla salute pubblica ai legislatori, sostenendo che avrebbe danneggiato i consumatori che vogliono evitare il catrame e le sostanze chimiche nelle sigarette.

Come soluzione, Brian Fojtik ha suggerito di analizzare gli effetti dell'innalzamento dell'età minima richiesta prima di adottare una tassa che potrebbe danneggiare i rivenditori. "Vi suggerisco rispettosamente di considerare l'accantonamento di tali tasse e di attendere che l'aumento dell'età d'acquisto, che non è nemmeno entrato in vigore, abbia l'impatto desideratoHa detto.

Da parte sua, Marjorie Decker ha respinto le argomentazioni sulla nicotina rispetto ai prodotti del tabacco nella sua testimonianza, affermando che la stessa strategia di marketing viene utilizzata per attirare i bambini piccoli. Lei afferma " Non servirò come rappresentante e non starò seduto pigramente mentre rubano i nostri figli.«

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).