Top banner
Top banner
Top banner
TABACCO: marketing rivolto ai paesi poveri.

TABACCO: marketing rivolto ai paesi poveri.

Le persone che vivono nei paesi poveri sono esposte a forme di commercializzazione del tabacco più aggressive di quelle che vivono nei paesi ricchi, secondo uno studio pubblicato martedì nel Bollettino dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

tb«Il calo delle vendite nei paesi ad alto reddito e il fatto che i giovani dipendenti dal tabacco nei paesi a basso reddito contribuiscono a garantire la futura redditività del settore, Disse uno degli autori, Anna Gilmore, Direttore del gruppo di ricerca sul controllo del tabacco presso l'Università di Bath, nel Regno Unito.

Questo studio è il primo a effettuare un confronto statistico dei livelli di commercializzazione del tabacco in una vasta gamma di paesi da 2005, quando è stato richiesto che i paesi firmatari della Convenzione quadro dell'OMS sul controllo del tabacco adottino rigorose misure anti-fumo, incluso il divieto di alcune pratiche di marketing. I ricercatori hanno chiesto persone 12.000 se si ricordavano di aver visto forme di marketing del tabacco su diversi media durante il 6 ultimi mesi.

Tra le altre cose, hanno scoperto che la pubblicità del tabacco era più intensa nei paesi a basso reddito studiati (India, Pakistan e Zimbabwe), dove osservavano 81 volte più pubblicità da tabacco per comunità di studi che nei paesi a reddito. alto (Canada, Emirati Arabi Uniti e Svezia). Le malattie legate al tabacco sono la principale causa di morte prevenibile in tutto il mondo. Gli esperti prevedono che il fumo sarà la causa di 8,4 milioni di morti da 2020, di cui 70% nei paesi in via di sviluppo, dove approssimativamente 900 milioni di fumatori.

Fonte : lefigaro.fr/

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Una vera passione appassionata da molti anni, sono entrato a far parte della redazione dalla sua creazione. Oggi sono principalmente coinvolto in riviste, tutorial e offerte di lavoro.

Laisser une réponse