Top banner
UNGHERIA: un'applicazione di TPD con un divieto di sapore per liquidi elettronici.

UNGHERIA: un'applicazione di TPD con un divieto di sapore per liquidi elettronici.

Sebbene l'Ungheria abbia adottato la direttiva sul tabacco, la sua applicazione è attualmente la più rigorosa in Europa. Infatti, oltre a tutti i vincoli subiti da altri paesi dell'Unione Europea, l'Ungheria ha bandito anche gli aromi per gli e-liquid ... Una vera aberrazione.


ALTO COSTO DI NOTIFICA, DIVIETO DI AROMA: HARD HIT PER SIGARETTA ELETTRONICA


L'Ungheria ha implementato la Direttiva Europea sui prodotti del tabacco (TPD) aprendo finalmente il suo mercato alle sigarette elettroniche e ai liquidi elettronici alla nicotina, ma come l'ultimo indica chiaramente Rapporto normativo ECigIntelligence, il regime normativo del paese rimane il più severo in Europa.
In effetti, la vendita a distanza di sigarette elettroniche e liquidi elettronici è vietata in Ungheria ed è quasi impossibile acquistare prodotti per lo svapo su Internet. Alcuni venditori locali hanno preferito chiudere i loro negozi di sigarette elettroniche per aprire nei paesi vicini dove le normative sono meno restrittive.

L'Ungheria e la Slovenia sono le ultime nazioni dell'Unione Europea ad aver implementato una tassa sulle sigarette elettroniche. Per quanto riguarda l'Ungheria, questa tassa tutti i liquidi elettronici indipendentemente dal livello di nicotina, ad un tasso per ml che sarà aumentato tra pochi mesi.
Sebbene la tassa sugli e-liquid sia coerente con quella di altri paesi dell'Unione Europea, la royalty che si applica a tutte le notifiche di conformità del prodotto è una delle più alte in Europa.

L'Ungheria è anche uno dei pochi stati dell'Unione Europea ad aver bandito gli aromi, l'Istituto Nazionale di Farmacia e Nutrizione (OGYÉI) ha dichiarato tempo fa: "Che dispositivi alternativi al tabacco e alle sigarette elettroniche non potrebbero contenere aromi.« 

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Editor-in-chief di Vapoteurs.net, il sito di riferimento per le notizie sullo svapo. Impegnata nel mondo dello svapo dal 2014, lavoro ogni giorno per assicurarmi che tutti i vapers e i fumatori siano informati.