CANADA: minor tasso di fumo, lo svapo non è quindi un "gateway"!

CANADA: minor tasso di fumo, lo svapo non è quindi un "gateway"!

In un recente comunicato stampa delCanadian Vaping Association (CVA) riguarda la correzione di a studio pubblicato su The BMJ nel 2019, che ha affermato che c'è stato un aumento significativo del tasso di fumo tra i giovani dopo anni di declino. Con la recente correzione, si è concluso che il tasso di fumo tra i giovani ha continuato a diminuire, dimostrando che lo svapo non è un gateway per il fumo del tabacco.


COMMUNIQUE: UNA CORREZIONE CHE FA TUTTA LA DIFFERENZA!


Lo studio "Prevalenza dello svapo e del fumo tra gli adolescenti in Canada, Inghilterra e Stati Uniti: ripetuti sondaggi nazionali trasversali", pubblicato su The BMJ nel 2019, ha affermato che c'era un aumento significativo del tasso di fumare tra i giovani dopo anni di declino, allarmando molte autorità sanitarie e genitori in tutto il paese.

Molti hanno citato lo svapo come motivo dell'improvviso aumento dei tassi di fumo tra i giovani. Tuttavia, la pubblicazione del "Canadian Student Smoking Smoking, Alcohol and Drugs Survey" (CSTADS) ha costretto una correzione pubblicata su The BMJ.

"Nell'articolo originale di BMJ, i cambiamenti nella prevalenza del fumo negli ultimi 30 giorni tra il 2017 e il 2018 in Canada sono stati dal 10,7% al 15,5% (un aumento statisticamente significativo), che è stato rivisto dopo il ribilanciamento dal 10,7% al 10,0% (variazione non significativa) ”, possiamo leggere nell'aggiornamento.

Con questa correzione, si è concluso che il tasso di fumo tra i giovani continua a diminuire, dimostrando che lo svapo non è un gateway per il tabacco combustibile. “L'ACV è sempre stato un fautore della protezione dei giovani dalla dipendenza da nicotina. Siamo lieti di vedere che informazioni inesatte vengono corrette, poiché le statistiche errate precedentemente riportate in questo studio sono state utilizzate per giustificare la legislazione contro il prodotto di riduzione del danno più efficace sul mercato ", ha affermato Darryl Tempest, direttore esecutivo di ACV.

Il Royal College of Physicians ha concluso per il sesto anno consecutivo che lo svapo è almeno del 95% meno dannoso del fumo. Lo svapo è uno strumento di riduzione del danno per i fumatori adulti. Non è inteso per l'uso da parte di giovani o non fumatori. Lo svapo ha ripetutamente dimostrato di essere il prodotto di cessazione più efficace disponibile al mondo, con i fumatori che hanno l'83% di probabilità in più di smettere di fumare con successo rispetto a qualsiasi altro prodotto di cessazione.

Come società, ci impegniamo tutti per garantire che i giovani siano al sicuro dai pericoli. In quanto tale, è assolutamente essenziale che gli studi sui pericoli dello svapo tra i giovani siano accurati, poiché molti passi che possono essere intrapresi per proteggere i giovani hanno effetti negativi sui fumatori adulti che cercano uno strumento di riduzione del danno. .

L'analisi dei dati ora mostra accuratamente che non esiste alcuna associazione tra lo svapo giovanile e l'uso di tabacco. Lo svapo è lo strumento di riduzione del danno più efficace, non un gateway per il fumo, e la legge deve tenerne conto al fine di salvare la vita di milioni di fumatori canadesi.

Fonte : ACV / La lucertola

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).