CANADA: LCA è preoccupato per una pubblicazione da parte di medici che mettono in dubbio l'efficacia dello svapo come strumento di prelievo.

CANADA: LCA è preoccupato per una pubblicazione da parte di medici che mettono in dubbio l'efficacia dello svapo come strumento di prelievo.

In Canada, ilCanadian Vaping Association (CVA) al momento sembra essere su tutti i fronti aperti. Di recente, è un Articolo di Calgary Sun che ha fatto saltare l'associazione. intitolata "La provincia ha l'obbligo morale di vietare i prodotti aromatizzanti di svapo, dicono alcuni medici dell'Alberta", l'articolo presenta trenta medici della provincia dell'Alberta che sostengono che i sapori, tranne il tabacco, sono vietati e pertanto le concentrazioni di nicotina sono limitate a 20 milligrammi per millilitro, mettendo in discussione l'efficacia dello svapo come strumento di svezzamento.


UN COMUNICATO STAMPA CHE CONFERMA LA PREOCCUPAZIONE DI ACV E VAPORI!


15 di giugno 2020 - Un articolo pubblicato dal Calgary Sun, "La provincia ha l'obbligo morale di vietare i prodotti di svapo aromatizzati, affermano alcuni medici dell'Alberta", ha sollevato serie preoccupazioni con la Canadian Vaping Association (CVA) e migliaia di albertani che hanno scelto lo svapo come alternativa molto più sicura al tabacco combustibile. Trenta medici dell'Alberta chiedono che siano vietati i sapori, ad eccezione del tabacco, e che i livelli di nicotina siano limitati a 20 milligrammi per millilitro, mettendo in discussione l'efficacia dello svapo come strumento di svezzamento .

Non riconoscere i numerosi studi conclusivi che dimostrano che lo svapo è sia molto meno dannoso del tabacco combustibile e che è il prodotto più efficace per smettere di fumare al mondo, dimostrando che molti lasciano indietro i loro pregiudizi personali ostruire i fatti. È chiaro che questo gruppo di medici in Alberta non si è preso il tempo di rivedere la ricerca o semplicemente non ha voluto riconoscere lo svapo come uno strumento senza precedenti per ridurre il numero di malattie legate al fumo, la principale causa di morte in Canada.

Esistono molti studi credibili e sottoposti a revisione paritaria che hanno dimostrato che lo svapo è meno dannoso del fumo, incluso uno studio del Royal College of Physicians, che ha concluso che lo svapo per il sesto anno consecutivo è almeno il 95% meno dannoso del fumo. Inoltre, il National Health Services (NHS) ha condotto uno studio controllato in cui i partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a vari prodotti per la terapia sostitutiva della nicotina (NRT), come cerotti, gengive, ecc., Oppure a Sigarette elettroniche. Questo studio ha concluso dopo un anno di follow-up che lo svapo è quasi due volte più efficace dei principali prodotti della NRT e che i fumatori aumentano le loro probabilità di smettere di fumare dell'83% usando sigarette elettroniche rispetto alle NRT. La Rutgers School of Public Health e la Columbia University Mailman School of Public Health hanno anche condotto uno studio sull'efficacia dello svapo, concludendo che il 50% dei vapers giornalieri sono individui che hanno smesso di fumare completamente. Questi studi dimostrano chiaramente l'efficacia delle sigarette elettroniche nel smettere di fumare e la riduzione del danno è innegabile.

Questo gruppo di medici dell'Alberta ha chiesto al governo dell'Alberta di vietare del tutto i sapori per frenare lo svapo nei giovani, ma indica solo che non hanno esaminato la ricerca pertinente. I divieti di sapore hanno dimostrato di essere categoricamente inefficaci e controproducenti. Nell'elaborare le normative, la disponibilità di prodotti aromatizzanti di svapo deve essere presa in considerazione attraverso i distributori esteri attraverso lo shopping online e attraverso il mercato nero non regolamentato e talvolta pericoloso. Il divieto di aromi nei negozi di vaporizzazione regolamentati avvantaggia solo coloro che vogliono approfittare della giovinezza del Canada ed evitare l'applicazione di normative efficaci. Inoltre, fino ad oggi tutti gli studi hanno dimostrato che i divieti di sapore servono solo ad aumentare il tasso di fumo e ciò non ha alcun impatto sul tasso di svapo dei giovani.

Dopo l'eliminazione volontaria degli aromi da parte di Juul negli Stati Uniti, l'American Cancer Society ha condotto uno studio che ha concluso che, senza aromi disponibili, il tasso di svapo tra i giovani non è cambiato. Invece di smettere di svapare, i giovani si sono semplicemente rivolti a tabacco e prodotti per lo svapo di zecca. L'idea che i prodotti aromatizzanti di svapo contribuiscano allo svapo giovanile è un'idea sbagliata che è stata screditata anche dal Center for Disease Control and Prevention (CDC). Secondo il rapporto del CDC "Uso del tabacco e fattori associati tra gli studenti delle scuole superiori", il 77,7% degli adolescenti intervistati che avevano provato a svapare ha dichiarato di averlo fatto per un motivo estraneo al sapore , l'essere più comune è semplicemente la curiosità.

Il motivo per cui i divieti di sapore si sono dimostrati inefficaci è che i giovani che fumano regolarmente non fumano per sapore, ma per alti livelli di nicotina o il "ronzio" della nicotina. Questo è il motivo per cui l'LCA concorda fortemente con i medici dell'Alberta sulla necessità di limitare i livelli di nicotina a 20 milligrammi per millilitro e ha sostenuto questo cambiamento a livello federale. Ciò allineerebbe le normative qui in Canada con quelle dell'Unione Europea, dove i tassi di svapo per i giovani sono rimasti relativamente bassi.

L'aumento dei tassi di svapo tra i giovani qui in Canada è direttamente correlato all'ingresso nel mercato dei prodotti di svapo di proprietà di Big Tobacco. Con l'avvento dei prodotti di svapo di proprietà dell'industria del tabacco, le campagne pubblicitarie aggressive non si sono limitate agli ambienti per adulti. Inoltre, i prodotti distribuiti da queste aziende hanno concentrazioni di nicotina da 57 a 59 milligrammi per millilitro, il che li rende molto avvincenti. Inoltre, i dispositivi sono facilmente nascosti. Il Regno Unito non ha osservato un aumento del tasso di svapo tra i giovani a causa del limite di nicotina che era stato stabilito nell'Unione europea prima dell'ingresso di marchi di prodotti ad alto contenuto di nicotina detenuti da aziende del tabacco; questo limite di nicotina significava che i prodotti ad alto contenuto di nicotina distribuiti da aziende come Juul e Vype non erano disponibili nel Regno Unito per attirare i giovani.

"Lo svapo è una soluzione efficace ed è stato dimostrato più volte negli studi peer-reviewed. È uno strumento efficace per ridurre significativamente i danni ai fumatori adulti che scelgono di migliorare la propria salute e prolungare la propria vita abbandonando il tabacco combustibile. I sapori sono fondamentali per l'adozione e sono utilizzati da oltre il 90% dei vapers adulti. Se i sapori sono vietati, i prodotti aromatizzati allo svapo non spariranno semplicemente; invece, il mercato nero prenderà semplicemente il sopravvento. Sappiamo per esperienza negli Stati Uniti che i prodotti di svapo non regolamentati sono facilmente realizzati da criminali e rappresentano una minaccia significativa per la salute pubblica. Industria, sostenitori della salute e governo dovrebbero lavorare insieme per trovare soluzioni efficaci ed equilibrate, ma finora molti sostenitori della salute hanno rifiutato di impegnarsi in un dialogo costruttivo ", ha affermato Darryl Tempest , direttore esecutivo della Canadian Vaping Association. "Questo gruppo di medici in Alberta ha invitato il governo a vietare i prodotti di svapo aromatizzati salvavita per i fumatori adulti, affermando che lo svapo tra i giovani lo rende un obbligo morale. Dov'è l'obbligo morale di vietare l'alcol aromatizzato o le bibite aromatizzate con un alto contenuto di caffeina e zucchero, che hanno tutti un impatto negativo se usati dai nostri giovani? Dov'è l'appello morale di questo gruppo a vietare il più grande assassino della provincia, il tabacco combustibile? Invece, stanno combattendo contro il prodotto di riduzione del danno più efficace al mondo ", ha concluso Tempest.

L'LCA condivide le preoccupazioni di tutti i canadesi in merito allo svapo giovanile e ha raccomandato diverse soluzioni pratiche per impedire ai giovani di accedere ai prodotti di svapo, garantendo nel contempo che i fumatori adulti dispongano degli strumenti di cui hanno bisogno smettere di fumare tabacco. Le politiche attuate nella Columbia Britannica e nell'Ontario mirano correttamente all'affiliazione dei giovani e ai problemi di accesso limitando la vendita di prodotti aromatizzati allo svapo ai negozi specializzati di svapo e applicando restrizioni sui prodotti dello svapo. alta concentrazione di nicotina. D'altro canto, il divieto di aromatizzare applicato in Nuova Scozia è più rivolto ai fumatori adulti riformati, chiudendo quasi tutti i negozi regolamentati di svapo per adulti e creando un fiorente mercato nero. Per ridurre realmente l'accesso dei giovani ai prodotti di svapo, la vendita di prodotti per adulti deve essere limitata ai negozi specializzati di vaporizzatori che rispettano il limite di età. Altre raccomandazioni dovrebbero includere sanzioni più severe per chiunque venda a minori. Queste sanzioni non dovrebbero essere in centinaia di dollari, ma in migliaia e dovrebbero essere introdotte altre dure sanzioni per i trasgressori commerciali o i recidivi.

Mentre lodiamo tutti gli operatori sanitari e i sostenitori della salute pubblica per i loro continui sforzi per proteggere i giovani dall'esposizione alla nicotina, uno sforzo sostenuto dal nostro settore sin dal suo inizio, è imperativo che esaminino ricercare e riconoscere lo svapo come lo strumento di riduzione del danno più efficace al mondo. Quest'anno 45 canadesi moriranno di tabacco combustibile; pertanto, concordiamo sul fatto che esiste un obbligo morale qui, ma tale obbligo è quello di lavorare insieme per sostenere qualsiasi soluzione che possa prevenire così tante morti inutili. Lo svapo può salvare la vita di centinaia di migliaia, se non milioni, di canadesi. Gli studi hanno più volte dimostrato che vietare i sapori danneggerebbe solo i fumatori adulti, senza avere un impatto significativo sull'esperienza dei giovani. Sostenere politiche che limitano la disponibilità dello strumento più efficace per smettere di fumare e gli aromi che svolgono un ruolo così importante nei tassi di successo dei fumatori riformati nega l'importanza di migliaia di vite dell'Alberta, un atto che consideriamo piace davvero immorale.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).