BELGIO: il ministro della Giustizia proibisce la sigaretta elettronica in prigione
BELGIO: il ministro della Giustizia proibisce la sigaretta elettronica in prigione

BELGIO: il ministro della Giustizia proibisce la sigaretta elettronica in prigione

Mentre la sigaretta elettronica è un vero strumento per la riduzione del rischio, Koen Geens (CD & V), il ministro della Giustizia ha deciso di metterla al bando. Un vero malinteso per detenuti e famiglie di detenuti ...


PORTA CHIUSA! NON CI SARANNO SIGARETTE ELETTRONICHE IN PRIGIONE!


Non ci saranno sigarette elettroniche per i prigionieri nelle carceri belghe! Koen GeensIl ministro della Giustizia ha deciso di chiudere le porte a questa possibilità per motivi di sicurezza.

Per i detenuti, è la massima incomprensione! Alcuni sono sorpresi che la prigione di Louvain rifiuti la sigaretta elettronica mentre è sulla lista dei prodotti che possono essere acquistati dalle donne detenute a Lantin, in detenzione limitata certamente. Se il ministro è stato interrogato sull'argomento, la porta rimarrà chiusa definitivamente per due motivi.

Innanzitutto, Koen Geens ritiene che i caricabatterie elettronici possano essere utilizzati anche per caricare smartphone che rappresentano chiaramente un rischio per la sicurezza. Inoltre, secondo il ministro della Giustizia, la sanità pubblica non riconosce le sigarette elettroniche come un vero mezzo per smettere di fumare.

Peccato per la salute dei detenuti, purtroppo dovranno rimanere la sigaretta nel becco mentre la sigaretta elettronica è oggi il modo più efficace per smettere di fumare.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Redattore capo di Vapoteurs.net, il sito di riferimento sulle notizie dello svapo. Impegnata nel mondo dello svapo da 2014, lavoro tutti i giorni in modo che tutti i giornalisti e i fumatori siano informati.

1 commento

Laisser une réponse