Top banner
Top banner
COMUNICATO: France Vapotage denuncia l'urgenza di un regolamento sulla sigaretta elettronica.

COMUNICATO: France Vapotage denuncia l'urgenza di un regolamento sulla sigaretta elettronica.

A seguito della crescente controversia negli Stati Uniti in merito alle malattie polmonari attribuibili a "svapare", Vapotage Francia la cui missione è di difendere gli interessi generali, economici e sociali delle professioni legate al settore dello svapo in Francia con le autorità pubbliche pubblica una dichiarazione che chiede l'urgenza della regolamentazione sulla sigaretta elettronica.


« IL BISOGNO DEL REGOLAMENTO ADATTATO APPLICATO AI PRODOTTI DI VAPOTAGGIO«


Mentre i drammi negli Stati Uniti hanno alimentato il dibattito sulla sigaretta elettronica nelle ultime settimane, France Vapotage chiede alle autorità pubbliche di agire a favore di uno svapo responsabile per proteggere i fumatori in cerca di soluzioni efficaci per ridurre o fermare il loro consumo di tabacco.

Quest'estate, l'emergere di gravi malattie polmonari che colpiscono le persone 200 e 450 negli Stati Uniti è stato attribuito direttamente o indirettamente allo svapo. Da allora sono state annunciate diverse morti.

Tuttavia, le autorità sanitarie statunitensi hanno rapidamente identificato un punto comune per le vittime. Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, tutti i pazienti hanno inalato prodotti a base di nicotina e cannabis. Nuove prove in seguito hanno indicato che gli oli derivati ​​da una sostanza chimica derivata dalla vitamina E, presenti in prodotti contenenti olio di THC, un farmaco psicotropico derivato dalla cannabis, sono la causa di questi decessi.

Sembrerebbe che questi incidenti si siano verificati in un contesto inappropriato dell'uso della sigaretta elettronica, le vittime avrebbero usato prodotti illegali, apparentemente dal mercato nero e relativi al consumo di droghe psicotrope. La FDA (Food and Drug Administration) ha condotto un'indagine approfondita e ha formulato le seguenti raccomandazioni per proteggere i consumatori: "Evitare di acquistare prodotti di svapo di ogni tipo per strada e astenersi dall'uso di alcolici". "Olio di THC o modifica / aggiunta di sostanze ai prodotti acquistati in negozio".

Sfortunatamente, tutte le scorciatoie e le possibili amalgame sono state fatte in alcuni media americani e francesi sulla pratica dello svapo. Pertanto, le pratiche devianti sono state totalmente irrazionali per la stragrande maggioranza dei vapers, che hanno trovato nell'uso di sigarette elettroniche una risposta adattata al loro desiderio di ridurre o smettere di fumare. .

Dal lancio della federazione nel luglio 2018, France Vapotage ha sensibilizzato l'opinione pubblica e politica sulla necessità di regolamenti adeguati applicati ai prodotti di svapo.

È urgente agire perché con più 3 milioni di francesi vapers (1) e mentre la sigaretta elettronica è lo strumento riconosciuto dall'agenzia nazionale della sanità pubblica come il più efficace e il più utilizzato per ridurre la prevalenza del fumo, è importante ascoltare il messaggio dei produttori e dei professionisti responsabili e instaurare un dialogo con gli operatori responsabili. È essenziale che lo stato sia posizionato per fornire informazioni adeguate ai fumatori sullo svapo, il che eviterà l'amalgama sul prodotto nella stampa.

Inoltre, è importante ricordare che:

  • il vapore prodotto dalla sigaretta elettronica contiene 95% di sostanze tossiche in meno rispetto al fumo di sigaretta (2);

  • Public Health France ritiene che tra 2010 e 2017, la sigaretta elettronica avrebbe consentito ai fumatori giornalieri 700 000 di rubare il tabacco (3).

Il Regno Unito, la cui prevalenza del fumo era solo pochi anni fa equivalente a quella della Francia, ha notevolmente ridotto il numero dei suoi fumatori. La prevalenza del fumo è ora dello 15%, metà inferiore rispetto alla Francia. Questo notevole calo è in gran parte dovuto alla scelta delle autorità sanitarie del Regno Unito di adottare un approccio pragmatico basato sulla riduzione del rischio e che integra la sigaretta elettronica nella gamma di alternative offerte ai fumatori che desiderano ridurre o interrompere il consumo di tabacco.

Con la prevalenza del fumo tra i più alti in Europa (31,9% in 2017) e 12 milioni di fumatori, la Francia deve cogliere l'opportunità di svapare nella salute pubblica e agire a favore di uno svapo responsabile proteggendo il consumatori di deriva osservati all'estero.

(1) Andler R, Richard JB, Guignard R, Quarto G, Verrier F, Gane J, Nguyen-Thanh V. Riduzione della prevalenza del fumo quotidiano tra gli adulti: risultati del barometro della sanità pubblica Francia 2018. Bull Epidemiol Hebd.2019; (15): 271 7. https://www.santepubliquefrance.fr/docs/bulletin-epidemiologique-hebdomadaire-28-mai-2019-n-15-journee-mondiale-sans-tabac-2019
(2) Pasquereau A.Guignard, R.Nguyen-Than V.Sigarette elettroniche, smettere di fumare e smettere di fumare: un follow-up mensile 6. Dipendenza da 2017; 112 (9) / 1620-8.
(3) Barometro della sanità pubblica Francia 2017 (pubblicato 2019 di maggio): « Il numero di fumatori giornalieri che hanno smesso di fumare per più di sei mesi e che pensano che lo svapo li abbia aiutati a smettere è stimato a circa 700 000 dall'arrivo della sigaretta elettronica sul mercato in Francia '.

Per saperne di più sul France Vapotage e consultare il comunicato ufficiale, continua il sito ufficiale.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.

Laisser une réponse