Top banner
Top banner
GIORDANIA: Divieto di svapare e fumare in luoghi chiusi dopo Covid-19

GIORDANIA: Divieto di svapare e fumare in luoghi chiusi dopo Covid-19

Se lo svapo non ha davvero la costa in Giordania, il paese ora sembra stringere un po 'di più la sua legislazione vietando alla sua popolazione di fumare sigarette, usare narghilè o svapare in spazi pubblici chiusi.


SEGUENDO CORONAVIRUS, LA GIORDANIA LANCIA DIVIETI!


Tutti ricordiamo il scuse religiose avanzate per provare a vietare lo svapo in Giordania. Ebbene oggi è il coronavirus (Covid-19) che sta spingendo il governo del Paese a vietare alla sua popolazione di fumare sigarette o addirittura di utilizzare prodotti per lo svapo in spazi pubblici chiusi. Come promemoria, la Giordania ha uno dei tassi di fumo più alti al mondo.

« Al fine di proteggere la salute e la sicurezza dei nostri cittadini, in particolare nel contesto della pandemia di Covid-19 e delle sue conseguenze, è vietato fumare (sigarette, vaping, narghilé) in spazi pubblici chiusi“, Ha annunciato il ministero della Salute in un comunicato diffuso mercoledì.

Il Regno di Giordania ha vietato di fumare sigarette nei luoghi pubblici dal 2008, ma il divieto di svapo e soprattutto di narghilè, molto diffuso nel Paese, è il primo.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).