DOSSIER: l'invenzione della sigaretta elettronica, una storia emozionante di un dispositivo rivoluzionario!

DOSSIER: l'invenzione della sigaretta elettronica, una storia emozionante di un dispositivo rivoluzionario!

Mistero e palline di gomma! A chi dobbiamo davvero l'invenzione della sigaretta elettronica, questo strumento di riduzione del rischio che sta guadagnando slancio da oltre 10 anni? Attraverso questo dossier elaborato dalla nostra redazione, sarete in grado di scoprire che questa invenzione non è il frutto di una persona, ma di un lavoro collettivo che è stato portato avanti per diversi decenni.


L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - UNA CAUSA OVVIA: TABACCO


È serio parlare dell'invenzione di uno strumento di riduzione del rischio come la sigaretta elettronica senza menzionare la storia del tabacco? Ci sembra chiaramente di no. Se il dibattito potesse effettivamente svolgersi, riteniamo che se il tabacco non esistesse, probabilmente la sigaretta elettronica non lo sarebbe stata.

Prima di tutto, cominciamo nella storia del tabacco. Si stima che il primo piante di tabacco ha iniziato a essere coltivato diverse migliaia di anni fa. La data oscilla tra 8000 anni per il continente americano et 3000 anni per il continente europeo.

Dall'antichità, si vede apparire il consumo di "tabacco" in Europa. Allo stesso modo, in Africa, durante l'era egiziana. All'epoca non si trattava di tabacco in quanto tale, ma di più la combustione delle piante e l'uso del fumo per guarire o pregare. Usiamo quindi foglie di eucalipto e pera per fumare la pipa. Ma è grazie alle piante coltivate in Sud e Centro America che è nato il tabacco che conosciamo oggi.

Civiltà Maya e suo uso del "tabacco"

Per quanto riguarda l'America, le prime culture del tabacco risalgono a Tempi Maya, circa ottomila anni. I Maya usavano il tabacco per guarire se stessi, ma anche nei loro riti religiosi e magici, vari riti sociali e cerimonie importanti.

Per l'Europa, il tabacco non appare fino a dopo la scoperta dell'America da parte di Colombo nel 1492. Questo viene quindi importato nel continente, quindi commercializzato. La sua attività non ha smesso di svilupparsi nei secoli seguenti.

Indiani e conquistatori: la pipa della pace

Tuttavia, è solo 1843, Che viene inventata la prima sigaretta ufficiale. È quindi visto come un modo efficace ed economico per poter usare il tabacco. Mezzo secolo dopo, si è affermato come un prodotto della vita di tutti i giorni e diventa persino un oggetto di moda, con grande sfortuna dei professionisti della salute.

Coltivato in tutti i continenti, il tabacco sta diventando parte della vita quotidiana. Il progresso tecnico e industriale rende più facile la produzione di queste sigarette che sono essenziali di fronte al quid, alla pipa o persino al sigaro. La sigaretta con filtro usata oggi è apparsa in Svizzera negli anni '1930 ed è arrivata nelle case francesi nel 1950.


L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - GLI ANTICHI INIZI DI UN'INVENZIONE


Spesso tendiamo a datare l'inizio della sigaretta elettronica all'inizio del 20 ° secolo. Eppure sappiamo anche che tra VIII secolo e II secolo av. J.-C, il falci con sede in Egitto aveva una pratica legata al vapore. Se chiaramente non possiamo parlare di sigarette elettroniche o di svapo, è inquietante immaginare che questo gruppo di popoli indoeuropei dell'Eurasia che hanno invaso l'Egitto possa aver contribuito alla creazione di sigarette elettroniche migliaia di anni dopo.

Erodoto, Storico e geografo greco. Considerato il primo storico, è stato soprannominato il "Padre della Storia" da Cicerone a causa della sua grande opera storica

Erodoto, Storico e geografo greco, considerato il primo storico e soprannominato il " Padre della storia »Ha scritto ai suoi tempi:« Gli Sciti prendono una parte di questo seme di canapa e lo gettano sulle pietre riscaldate al rosso; immediatamente vaporizza e emette un vapore che nessun bagno turco può superare; gli Sciti, felici, gridano di gioia. '.

Uso del narghilé o "narghilè" da parte della dinastia dei Segovidi

La dinastia di sefardita ou safavidi che regnò sulla Persia da 1501 à 1736 stavano usando quello che ora chiamiamo narghilè o "narghilè". Se ancora non parliamo di svapo come lo conosciamo oggi, rimangono ancora gli inizi dello svapo che chiaramente non meritano di essere ignorati.

Per arrivare alla moderna sigaretta elettronica, dobbiamo passare diverse centinaia di anni fino all'inizio del XX secolo.


Henry Ferré - Farmacista parigino

L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - HENRY FERRE (1903)


Orgoglio o realtà storica, non è sempre una questione di francese Henry Ferré nella favolosa invenzione della sigaretta elettronica. Tuttavia, per alcuni, il francese non è altro che il primo inventore della moderna sigaretta elettronica. Ovviamente, gli americani o i cinesi non saranno d'accordo con questa affermazione.

Tuttavia, nel 1903, il farmacista parigino Henry Ferré ha l'idea di creare un oggetto rivoluzionario. Il suo inalatore tubolare funziona grazie a una miscela di diverse sostanze chimiche che producono un vapore bianco. Per generare questo vapore, Henry Ferré utilizza una miscela di acido cloridrico, una soluzione acquosa di carbonato di ammonio e alcool poliatomico. Per il farmacista, non ci sono dubbi. La sua invenzione è innocua.

È presentato da Henry Ferré in questo modo: " Queste aperture, che possono essere chiuse o aperte, consentono la produzione, per aspirazione o forzando una corrente d'aria che agisce sul cotone o sul materiale poroso saturo prodotto per ciascun contenitore un diverso aerosol, che combinati in la camera di vaporizzazione, formata all'estremità interna del tubo, produce il vapore desiderato, che può essere inalato immediatamente attraverso il boccaglio. Il corpo del dispositivo così formato può essere coperto con un foglio di carta o qualsiasi altro materiale adatto, in modo da dare l'aspetto di un sigaro. »

Figura 1 del brevetto di Henry Ferré

Il farmacista ha visto il suo dispositivo come un'attrazione. Il suo obiettivo principale è quello di intrattenere le persone. Il suo dispositivo non è mai stato venduto e Henry Ferré purtroppo rimane sconosciuto alla maggior parte degli specialisti che studiano la storia della sigaretta elettronica.


L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - IGNAZIO BUCCERI (1909): UN VAPORE AROMATIZZATO SIGARI


In 1909, Ignazio Bucceri presenta un oggetto tubolare che ha l'aspetto di un sigaro. Il brevetto introduce il prodotto rivoluzionario come inalatore che produce vapore con il gusto del fumo di sigaro. Il prodotto è presentato il 23 dicembre 1909 ed è brevettato il 28 giugno 1910.

Il brevetto per l'inalatore "sigaro" di Ignazio Bucceri

Nel suo brevetto, c'è una presentazione completa dell'inventore: " So che io, Ignazio Bucceri, soggetto del re d'Italia e residente a Brooklyn, nella Contea di Kings, New York, ho inventato alcuni nuovi e utili miglioramenti riguardo agli inalatori, ecco un specifica. La mia invenzione riguarda inalatori tubolari che possono essere tenuti in bocca.

Lo scopo della mia invenzione è quello di produrre un inalatore molto economico progettato per rappresentare un sigaro e contenente sostanze chimiche che vaporizzano. Se combinato, questo produce un vapore con il colore del fumo di tabacco che ha un sapore molto piacevole. Questi inalatori non sono solo facilmente trasportabili, ma sono particolarmente utili per coloro che fumano.«


L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - JOSEPH ROBINSON (1927): UN BREVETTO CHE CAMBIA TUTTO!


Per molti, la storia dell'invenzione della sigaretta elettronica inizia nel 1927 con l'americano, Joseph robinson. Sorprende il suo mondo presentando il primo » vaporizzatore elettrico «.

« La mia invenzione riguarda dispositivi di vaporizzazione contenenti componenti medicinali che vengono riscaldati elettricamente per produrre vapori per inalazione. Fornisce un dispositivo per uso individuale che può essere manipolato liberamente senza alcuna possibilità di bruciarsi e che è igienico, molto efficace e così semplice che chiunque può usarlo. "Dichiara in quel momento.

Joseph Robinson brevetto vaporizzatore elettrico (1930)

Introdotto nel 1927, il prodotto è brevettato 16 settembre 1930. Tuttavia, dobbiamo essere chiari, non si tratta di una sigaretta elettronica, anche se oggi rimaniamo vicini alla sua definizione (a condizione che vogliamo renderlo un dispositivo medico). È importante chiarire che il " vaporizzatore elettrico Di Joseph Robinson non conteneva una batteria (piuttosto logica nel 1927), è collegata da un cavo a una fonte elettrica. Interessante comunque, la resistenza riscalda direttamente sostanze come gli attuali inalatori.


L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - MARVIN L. FOLKMAN (1944): UN SOSTITUTO PER LA SIGARETTA?


29 di dicembre 1944, Marvin L. Folkman presenta un sostituto per le sigarette. La sua creazione è chiara, parla di un agente volatile rilasciato dal flusso d'aria di un'inalazione per creare un sostituto per le sigarette.

Brevetto di Marvin L. Folkman nel 1948

Nella sua brevetto validato il 20 luglio 1948, stiamo parlando di un vero sostituto per le sigarette e soprattutto per il fumo di tabacco nocivo. Specifica:

» È noto che il fumo è una dipendenza per diverse migliaia di persone, ma l'inalazione del fumo di tabacco è, in una certa misura, dannosa per il sistema nervoso dei fumatori a causa della nicotina nel fumo di tabacco. L'obiettivo principale della mia invenzione era quello di produrre una sigaretta sostitutiva che possa essere vantaggiosamente utilizzata da persone che desiderano eliminare sigarette piene di tabacco. »

L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - FRANK BARTOLOMEO (1956): UN PRODOTTO PER "FUMARE" OVUNQUE!


Il 21 febbraio 1956, l'inventore americano Frank Bartolomeo lanciò la sua creazione: Dispositivo di fumo Con una capsula contenente gli aromi e il fumo di tabacco. Suo brevetto validato il 18 novembre 1958.

Brevetto "Dispositivo per fumare" di Frank Bartolomeo

Nel suo brevetto, Frank Bartolomeo fornisce alcune spiegazioni sul motivo della sua creazione: » Esistono molti luoghi in cui è vietato fumare a causa di nuovi pericoli come la presenza di esplosivi. Scopo della presente invenzione è di fornire un dispositivo per fumare (dispositivo per fumare) che simuli la sigaretta che fornirà fumo senza utilizzare la combustione. »


Herbert, un Gilbert - Negli anni '60

L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - HERBERT.A GILBERT (1965): IL VERO INVENTORE?


Nel 1963, l'americano Herbert A. Gilbert registra un brevetto in Pennsylvania intitolato " una sigaretta senza fumo che non contiene tabacco », Ci stiamo avvicinando alla definizione della moderna sigaretta elettronica. Considerato dalla maggior parte degli americani come l'inventore della sigaretta elettronica, Herbert A. Gilbert parla di un " sigaretta senza fumo che sostituisce tabacco e carta con aria calda e aromatizzata " Il principio è far passare l'aria riscaldata attraverso una cartuccia contenente un aroma, un po 'come una caffettiera a cartuccia. Suo il brevetto è validato il 17 agosto 1965.

Il brevetto per la sigaretta senza fumo è stato depositato nel 1963
Herbert A. Gilbert in 2018

A questa data, il tabacco è già considerato un flagello. In effetti, negli Stati Uniti sono state bruciate 523 milioni di sigarette, i pericoli di questo per la salute sono noti a tal punto da ricevere il soprannome ancora oggi usato di " killer «.

Se il concetto proposto da Herbert A. Gilbert sembra avvicinarsi chiaramente alla moderna sigaretta elettronica, solo il contributo di un aroma è ancora usato oggi. Purtroppo per l'inventore, il " Sigaretta senza tabacco senza fumo« (la sigaretta senza fumo e senza tabacco) è stato un vero flop. Nessuna azienda desiderava iniziare a commercializzare. Gilbert accusa il colpo e giudica colpevole l'industria del tabacco.

Nel 2018, ha dichiarato " Tutti i dispositivi di svapo di oggi applicano semplicemente la tecnologia del 21 ° secolo alla mia invenzione del 20 ° secolo. » aggiungendo » Non appena il brevetto è stato concesso e pubblicato, i produttori farmaceutici e del tabacco hanno fatto tutto il possibile per impedirne il successo e, non appena scaduto, hanno presentato tutti i nuovi brevetti con la stessa funzione operativa di la mia invenzione originale «.

Non lontano da 70 anni dopo, la pillola non passa ancora Herbert A. Gilbert chi ritiene che l'industria del tabacco e l'industria farmaceutica lo abbiano dichiarato guerra ...


Le Dott. Norman Jacobson e la sua sigaretta non combustibile " Favor«

L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - RAY / JACOBSON (1970-80): UNA SIGARETTA SENZA CARBURANTE


Nel 1970, progettista di microprocessori essenziali per i nostri computer Phil ray deve avere un'operazione. Ma per fare questo, deve porre fine al suo pesante consumo di sigarette. Chiede al suo medico, il Dott. Norman Jacobson, un'alternativa veloce ed efficace alle sigarette. I due uomini conversarono a lungo prima di sviluppare una sigaretta non combustibile nel 1980 che chiamarono Favor.

Questo prodotto consente l'evaporazione della nicotina. È il primo prodotto apparentemente dal vaporizzatore ad essere commercializzato. Ma ancora una volta, è un fallimento. Il duo dà anche la colpa all'industria del tabacco che si è messa come baluardo contro la sua commercializzazione. Va notato che questo prodotto non era elettronico e non generava alcun vapore, che è probabilmente la ragione del fallimento amaro.


L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - RJ REYNOLDS (1988): L'INDUSTRIA DEL TABACCO STA PROVANDO!


En 1988, la RJ Reynolds Tobacco Company (abbreviato come RJ Reynolds) sta lanciando un nuovo prodotto che non è in realtà una sigaretta elettronica, ma che ha anche il suo posto in questa favolosa storia. Nella sigaretta " premier »Esistono due importanti prodotti per lo svapo: l'aroma e in particolare la glicerina vegetale e la nicotina per inalazione.

L'idea era di riscaldare un aerosol usando un pezzo di carbone (come il narghilè). Il tutto viene fatto scivolare in un tubo di carta simile a una vera sigaretta e con un filtro. Ovviamente l'aspetto sanitario non era presente. Il gusto non c'è, la sigaretta " premier Farà un flop commerciale.



Stephane Marc Vlachos - "inventore" delle moderne sigarette elettroniche

L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - STÉPHANE MARC VLACHOS (2001): UN INVENTORE NON RICONOSCIUTO!


Mito o realtà? Difficile dire qual è il vero ruolo del francese Stephane Marc Vlachos. Nel 2001, lo studente di informatica ha presentato la sua invenzione: una batteria al litio che riscalda una resistenza circondata da una lanugine di cotone, azionata da un pulsante, il liquido utilizzato è composto da glicerina vegetale. Essendo la sua invenzione essenzialmente basata sul lavoro di Herbert A. Gilbert e Joseph Robinson, il francese non è mai riuscito a ottenere la sua invenzione riconosciuta.

Secondo alcune fonti, il brevetto è ancora in attesa di riconoscimento da parte di WIPO (Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale). Tuttavia, sembra essere il primo a usare una batteria e uno stoppino o un batuffolo per trattenere il liquido. Una File di Wikipedia chi lo ha dedicato a lui specifica nel 2013 che Stéphane Marc Vlachos avrebbe avuto la sua invenzione rubata da una donna cinese.

Per molti riferimenti francesi, Stephane Marc Vlachos è senza dubbio l'inventore della moderna sigaretta elettronica, ma rimane difficile trovare prove affidabili e definitive di questa paternità.


lei Lik, riconosciuto inventore della moderna sigaretta elettronica

L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - HON LIK (2003): L'INVENTORE RICONOSCIUTO DELLA SIGARETTA ELETTRONICA


Riconosciuto come l'inventore della moderna sigaretta elettronica, lei Lik è un farmacista cinese che si è guadagnato la vera reputazione di eroe.

Hon Lik ha scoperto le sigarette a 18 anni in una Cina in fase di rivoluzione culturale. Nato a Xifeng, beneficia della produzione di tabacco nel suo villaggio. Sorge una dipendenza che cresce nel tempo. Da un pacchetto al giorno, consuma rapidamente due pacchetti al giorno. È diventato un esperto nella riparazione di radio nel suo villaggio prima di studiare la farmacopea cinese nel 1977. È diventato vicedirettore del Chinese Medicine Research Institute di Shenyang. Diventato farmacista, è determinato a smettere di fumare.

Il farmacista cinese sta cercando di fermare la sua dipendenza con il cerotto. Ma si rende conto che non è abbastanza per soddisfare i suoi bisogni di nicotina. Capisce che la nicotina stimola il cervello, soprattutto di notte. Il rapido arrivo di nicotina nel cervello durante l'estrazione di una sigaretta deve essere riempito. Vuole riprodurre questo picco di nicotina per smettere di fumare.

Brevetto della "sigaretta senza fumo con spray elettronico" di lei Lik

Nel 2000, Hon Lik dichiara di avere " avere un sogno »Tuttavia, non inizierà a lavorare sulla sigaretta elettronica fino al 2003. Fu un anno dopo, nel 2004, suo il brevetto è in attesa. Presentazione piuttosto sorprendente, c'è una batteria, una scheda elettronica che rileva l'aspirazione e innesca il riscaldamento di una resistenza (una sorta di interruttore automatico), il principio di un liquido contenente nicotina (senza precisione di composizione). Secondo il brevetto del farmacista cinese, il liquido viene spruzzato sull'atomizzatore (senza stoppino) come una bottiglia di profumo.

Le uniche vere invenzioni di Hon Lik sono il principio del cambio automatico e della spruzzatura. Non si tratta nemmeno di sigaretta elettronica ma di " sigaretta senza fumo con spray elettronico«.

Prototipo della sigaretta elettronica inventata da Hon Lik

Nel 2005, Hon Lik ha fondato la sua società di sigarette elettroniche a Shenyang, che ha nominato Ruyan. Ma la sua compagnia è vittima di una campagna diffamatoria. La sua invenzione è utilizzata da altre società che producono in grandi quantità e commercializzano a prezzi migliori sul territorio cinese. Il suo brevetto sarà finalmente acquistato dalla compagnia del tabacco " IMPERIAL TOBACCO "Per la somma astronomica di 75 milioni di dollari (55 milioni di euro) Settembre 2013.


L'INVENZIONE DELLA SIGARETTA ELETTRONICA - CONCLUSIONE


Arriviamo alla conclusione di questo affascinante dossier ed è sempre altrettanto difficile dire con certezza chi è il vero inventore della moderna sigaretta elettronica. La facilità sarebbe ovviamente dichiarare lei Lik vincitore di questa battaglia, tuttavia sarebbe una scorciatoia facile " prima commercializzazione = inventore " Se per la stampa e buona parte della popolazione il farmacista cinese è l'inventore della sigaretta elettronica, questo non è il caso degli americani che preferiscono Herbert A. Gilbert e per una parte dei francesi che dichiarerà che l'invenzione è quella di Stephane Marc Vlachos o anche diHenry Ferré.

La realtà però sembra più semplice! La favolosa storia della moderna sigaretta elettronica risiede nella sua evoluzione nel tempo. Non ce n'è uno, ma inventori della moderna sigaretta elettronica. Esistono brevetti per invenzioni. Ognuno di essi propone una serie di principi, ma nessuno dei quali da solo consente di realizzare una sigaretta elettronica. Ci sono anche molti misteri che circondano le potenziali implicazioni dannose delle industrie farmaceutiche e del tabacco per la creazione di questo prodotto, che oggi è anti-fumo.

Ciò che sembra certo è che la storia delle sigarette elettroniche e dello svapo è appena iniziata!

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Redattore capo di Vapoteurs.net, il sito di riferimento sulle notizie dello svapo. Impegnata nel mondo dello svapo da 2014, lavoro tutti i giorni in modo che tutti i giornalisti e i fumatori siano informati.