Top banner
Top banner
ECONOMIA: verso la fine del beneficio fiscale del tabacco in Corsica per 2022?

ECONOMIA: verso la fine del beneficio fiscale del tabacco in Corsica per 2022?

Da 2022, il vantaggio fiscale del tabacco in Corsica potrebbe andare in fumo! Il governo intende rivisitare un decreto di Napoleone Bonaparte, che ha ridotto del 25% il prezzo dei prodotti del tabacco sull'isola della bellezza.


UN RITORNO PROGRESSIVO DEL TABACCO AL PREZZO DI ESAGONO!


Con i prezzi che si avvicinano spesso a sei euro per un pacchetto di sigarette, molte persone approfittano del loro passaggio sull'Isola della Bellezza per fare scorta di prodotti del tabacco, che in media sono più economici del 25% rispetto a quelli del continente. Un regime eccezionale che risale al decreto di Napoleone Bonaparte, registrato 24 aprile 1811.

Ma con la legge finanziaria 2020, approvata alla fine di ottobre dai deputati, sono quasi 200 anni di agevolazioni fiscali che si preparano ad andare in fumo, in diverse fasi. Innanzitutto, da 2022, il pacchetto di sigarette venduto sull'isola deve essere almeno lo 80% di quello venduto in Francia. Il prezzo aumenterà quindi di 5% ogni anno fino a raggiungere 95% in 2025.

Le tabaccherie corse, sfavorevoli a questo allineamento tariffario, hanno beneficiato di un piccolo favore della differenza 5%, mentre il settore sta facendo sempre meno bene. In particolare, il calo del numero di fumatori giornalieri rispetto a 2010, lo sviluppo di sigarette elettroniche o la sovrarappresentazione del cancro del polmone sull'isola. Il numero di decessi correlati al carcinoma polmonare è effettivamente superiore allo 25,7% rispetto al continente, secondo l'agenzia sanitaria regionale (ARS).

«Questa è una misura catastrofica! Sono convinto che un terzo dei tabacchi sparirà sull'isola. Con il pretesto di voler piacere all'Europa, stiamo attaccando i portafogli della classe media corsa. Nessuno viene ingannato, l'aumento è solo per riempire le casse dello Stato", Lamenta un commerciante di Bastia, citato dae parigino .

Con questo nono aumento della tassazione dei prodotti del tabacco dall'inizio del quinquennio, lo Stato intende continuare l'anno prossimo a ricostituire le sue casse, in particolare quelle dei fondi dell'assicurazione sanitaria e dell'assegno familiare.

Fonte : Lefigaro.fr/

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.

Laisser une réponse