Top banner
Top banner
STATI UNITI: Beverly Hills vieterà la vendita di prodotti del tabacco e e-sigarette!

STATI UNITI: Beverly Hills vieterà la vendita di prodotti del tabacco e e-sigarette!

A Los Angeles, negli Stati Uniti, l'elegante sobborgo di Beverly Hills si prepara a vietare la vendita di prodotti del tabacco. "Riflette i valori della nostra comunità", Riassume il sindaco di questo distretto di Los Angeles che ha già imposto restrizioni drastiche alle sigarette. Tuttavia, alcuni bar specializzati potrebbero continuare a vendere i loro sigari.


VERSO UN DIVIETO DI E-SIGARETTE MA NON SIGARI?


Beverly Hills, un sobborgo periferico di Los Angeles, è pronto a vietare tutte le vendite di tabacco o altri prodotti a base di nicotina ... tranne che nei suoi club amanti del sigaro, che incarnano la città delle stelle e del lusso. Il progetto di legge è stato adottato martedì in prima lettura all'unanimità dal consiglio comunale, su raccomandazione della commissione per la salute e la sicurezza. "Riflette i valori della nostra comunità", Giustificato in una dichiarazione inviata ad AFP John Mirisch, il sindaco di Beverly Hills, una piccola città di circa 35.000 abitanti, senza ospedale o cimitero sul suo territorio.

In passato, Beverly Hills ha già imposto restrizioni drastiche al fumo nel suo territorio: ad esempio, proibisce il fumo in code, veicoli fermi o in cui si trovano minori. parchi e giardini, sui marciapiedi a meno che non siate "attivamente in movimento», Etc. La sigaretta è addirittura bandita da appartamenti e altri edifici collettivi.

Il consiglio comunale, tuttavia, ha ricevuto le lettere 150 che chiedono che i tre bar di sigari situati nel territorio del comune possano continuare a vendere tabacco. l'attore Arnold Schwarzenegger, anche l'ex governatore della California, è uno di loro. Frequenta regolarmente la Grand Havana Room, un club molto selezionato per i fan del chair bar, di cui è stato "membro sin dalla sua apertura".

«È impensabile che la città possa adottare una politica che provochi, intenzionalmente o meno, la chiusura di una tale istituzione simbolica"Ha scritto l'ex campione di bodybuilding. Perché lui vede un "differenza fondamentaleTra questi club privati ​​e le stazioni di servizio, negozi di alimentari, edicole e farmacie che, se la legge viene finalmente adottata, dovrebbero smettere di vendere sigarette (convenzionali o elettroniche), pipe o tabacco da masticare e sigari, a conta il 1er Gennaio 2021.

«Conosco bene gli effetti nocivi (del tabacco) sulla salute, motivo per cui sostengo il divieto generaleVendi a Beverly Hills, aggiunge nella sua lettera il Dr. Richard Shemin, specialista in cardiochirurgia. Ma il dottore va nella stanza della Grand Havana «più volte alla settimana per rilassarsi e godersi un sigaro'.

Quindi pensaagli adulti che vanno nei club privati ​​dovrebbe essere permesso di fare queste scelte personaliE che il divieto non dovrebbe applicarsi a loro. Il consiglio comunale era ovviamente ricettivo a questi argomenti perché la legge, che dovrebbe essere definitivamente votata a giugno 4, esenta i cigar bar tenendo conto del fatto che sono frequentati solo da adulti oltre gli 21 che hanno ha scelto di fumare o esporsi al fumo passivo.

Fonte : Lefigaro.fr/

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).

Laisser une réponse