Top banner
Top banner
Top banner
STUDIO: l'abuso di minori può spingere l'adolescente a svapare

STUDIO: l'abuso di minori può spingere l'adolescente a svapare

Sorprendente di vedere inquietante, a nuovo studio pubblicato in L'American Journal on Dipendenze spiega che le persone che subiscono abusi durante l'infanzia hanno maggiori probabilità di svapare da adolescenti.


IL MALTRATTAMENTO DEI BAMBINI PU CAN SPINARLO A "ABUSO DI ABUSO"


Questo è un nuovo studio da prendere con le pinzette che ci presenta L'American Journal on Dipendenze. In questo, si spiega che i giovani adulti vittime di abusi durante l'infanzia hanno maggiori probabilità di svapare da adolescenti. Difficile da credere quando pensi alla tossicodipendenza dopo un evento traumatico per immaginare un adolescente che si butta su una sigaretta elettronica piuttosto che un pacchetto di sigarette o droghe.

Eppure è la sigaretta elettronica che viene discussa in questo studio. " Molti giovani adulti che sono stati vittime di abusi o di abbandono durante l'infanzia sono alle prese con la dipendenza. Il nostro studio ha esaminato in particolare l'uso delle sigarette elettroniche e ha scoperto che l'abuso infantile può svolgere un ruolo chiave nel consumo di sigarette elettroniche nell'età adulta.", Ha detto l'autore principale della ricerca, il Dr. Sunny H. Shin, della Virginia Commonwealth University.

Condotto con americani 208 di età compresa tra 18 e 21, il saggio afferma che l'abuso infantile era anche legato alla tendenza a " agire incautamente in caso di difficoltà". Sarebbe su questa specifica leva psicologica che dovrebbe essere intrapresa un'azione per impedire alle vittime di iniziare a fumare.

Studio reale o nuovo attacco contro l'e-sigaretta, che è sempre più considerata come un'epidemia negli Stati Uniti. Tuttavia, questa ricerca è a dir poco inquietante ...

Fonte : Lo studio / Perché dottore

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).

Laisser une réponse