Top banner
Top banner
SALUTE: il professor Benoit Vallet chiede cautela sulla sigaretta elettronica.

SALUTE: il professor Benoit Vallet chiede cautela sulla sigaretta elettronica.

Le Pr Benoît Vallet, ora magistrato presso la Corte dei conti, era 2013 2018 il direttore generale della salute sotto la direzione di Marisol Touraine, allora responsabile di questo ministero. Qualche giorno fa è stato ospite dei nostri colleghi nel giornale " Rilascio Per parlare della sigaretta elettronica. Anzi, è stato lui a pilotare l'arrivo e quindi la diffusione dello svapo in Francia, creando un gruppo di lavoro. Rimane uno dei migliori e più indipendenti esperti su questo tema.


»È VALUTO PROMUOVERE IL VAPOTAGGIO CHE IL TABACCO«


In questa intervista a metà fico e metà uva, il Pr Benoît Vallet ovviamente cerca di difendere la sigaretta elettronica invitando cautela e una certa vigilanza sull'argomento.

"Lo svapo è una pratica recente, ha dieci anni, che non consente ancora un declino straordinario. "

Per quanto riguarda la crisi sanitaria che colpisce chiaramente lo svapo negli Stati Uniti, Benoit Vallet sembra voler disinnescare l'effetto "bomba": " Parlare di isteria è un po 'esagerato ... La causa, lo sappiamo: queste dichiarazioni di malattie polmonari negli Stati Uniti, tra cui diverse centinaia di disturbi respiratori legati alle inalazioni di prodotti grassi e vicino alla morte di 30. L'ipotesi più probabile riguarda i prodotti per inalazione contenenti THC [il tetraidrocannabinolo è la principale molecola attiva della cannabis, nota], ma anche la vitamina E acetato, sapendo che questi prodotti non circolano in Francia o in Francia. Europa. »

Secondo lui questo argomento suscita una vera ansia tra i vapers: » Questa sequenza suscita sfiducia e preoccupazione nei circoli sanitari e persino nei vapers. E poi lo svapo è una pratica recente, ha dieci anni, che non consente ancora un declino straordinario. Ricorda che ci vogliono in media dai quindici ai venti anni per iniziare il cancro e da circa cinque a dieci anni per le malattie cardiache. Stare all'erta è il minimo delle cose. »

"È salutare essere cauti su questa nuova lobby industriale"

Il prof. Benoit Vallet modifica comunque le sue osservazioni affermando che la sigaretta elettronica consente di ottenere risultati sulla cessazione del fumo: » Di recente, i dati pubblicati dalla Pr David Levy mostra che se ci sono più giovani interessati allo svapo, il numero di giovani fumatori è diminuito. Questi studi non dimostrano che lo svapo facilita l'ingresso nel fumo. »

"Abbiamo certezze, i dati ci sono. In termini di salute pubblica, è meglio promuovere lo svapo rispetto al tabacco. "

Vero vantaggio finanziario, il settore dello svapo deve essere oggi oggetto di una certa vigilanza secondo Pr Vallet: » Il business dello svapo è diventato importante, è cresciuto molto ed è salutare essere cauti su questa nuova lobby del settore. Il Vafotage pesa infatti più di 25 miliardi di dollari [22,6 miliardi di euro] nel mondo, e tra qualche anno peserà più di un miliardo in Francia, che è al terzo posto dietro gli Stati Uniti e gli Stati Uniti. britannico. «

Infine, il prof. Benoit Vallet spiega: » Per coloro che desiderano smettere, lo svapo è la soluzione migliore. E infine, attraverso lo svapo, come vediamo con il Vertice di Vape, abbiamo attivisti antifumo. È nuovo, è essenziale. E questo offre una visibilità senza precedenti per quanto riguarda la salute pubblica. »

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.

Laisser une réponse