STUDIO: l'uso di sigarette elettroniche presenta un rischio maggiore di ricaduta nel fumo

STUDIO: l'uso di sigarette elettroniche presenta un rischio maggiore di ricaduta nel fumo

La sigaretta elettronica aiuta davvero a smettere di fumare? Se negli anni sappiamo oggi che è chiaramente così, un nuovo studio francese ha appena dimostrato che se i vapers tendono a ridurre il loro consumo di tabacco, presentano un rischio maggiore di ricaduta.


UNO STUDIO CHE "HA CERTI LIMITI"!


Fin dal suo arrivo sul mercato, molti studi cercano di sapere se la sigaretta elettronica sia un vero aiuto per smettere di fumare. Per troncare il dibattito, i ricercatori francesi (Inserm e Université Paris-Sorbonne) hanno esaminato la questione.

Per fare questo, hanno seguito per quasi due anni 5 fumatori giornalieri e 400 ex fumatori appartenenti alla coorte Constances. Di conseguenza, alla fine del follow-up, tra i 2 fumatori, i vapers hanno fumato in media 025 sigarette in meno al giorno. Contro 5 sigarette in meno per chi non utilizzava sigarette elettroniche.

Il dispositivo contribuirebbe quindi a ridurre i consumi. Purtroppo, nel gruppo degli "ex fumatori", l'utilizzo delle sigarette elettroniche è associato ad una maggiore probabilità di ricaduta. Infatti, in questo gruppo, coloro che svapavano avevano il 70% in più di rischio di ricadere nella loro dipendenza.

Gli autori riconoscono, tuttavia, che il loro lavoro presenta alcuni limiti. Soprattutto per quanto riguarda la motivazione dei vapers. Non specificano se usano questo dispositivo per fermare o semplicemente per ridurre il loro consumo.

Fonte : JAMA, 15 luglio 2019

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.