Top banner
Top banner
La sicurezza della sigaretta elettronica in questione

La sicurezza della sigaretta elettronica in questione

I primi test condotti in vitro rivelano effetti deleteri che devono tuttavia essere confermati negli esseri umani.

La sigaretta elettronica è indubbiamente meno pericolosa per la salute di quella originale, senza rischi? Mentre questo dispositivo è un'alternativa sempre più popolare all'uso del tabacco, i ricercatori statunitensi sottolineano la necessità di studiarne gli effetti a lungo termine.

Secondo i risultati preliminari presentati al Congresso dell'American Association for Cancer Research, l'esposizione al vapore di sigaretta elettronica induce, in alcune cellule bronchiali pre-cancerose, cambiamenti paragonabili a quelli causati dal fumo. tabacco. "Il nostro lavoro suggerisce che le e-sigarette potrebbero non essere benigne", avverte Avrum Spira, ricercatore all'Università di Boston, nella rivista Natura.

Questo articolo, uno dei primi a dimostrare un effetto deleterio di "vaping" in vitro, non pregiudica la tossicità di questa pratica negli esseri umani. Per raggiungere la sua conclusione, gli scienziati americani si sono infatti concentrati su cellule che trasportano mutazioni genetiche la cui presenza è generalmente preannuncante il cancro del polmone. "È possibile che il vapore di sigaretta elettronica agisca da stimolante su queste cellule molto specifiche, concede il dott. David Planchard, oncologo presso l'Institut Gustave-Roussy (Villejuif), ma ciò non significa che sia in grado di creare cellule tumorali da terra sana - come accade con il fumo di sigaretta ".

A differenza del tabacco, la cui combustione rilascia monossido di carbonio e particelle solide, la sigaretta elettronica non genera sostanze cancerogene a livelli significativi. La nicotina e i solventi che entrano nella sua composizione non sono a priori coinvolti nella genesi del cancro del polmone. Per quanto riguarda gli effetti irritanti indotti da alcuni di questi prodotti, sembrano meno severi di quelli associati al consumo di tabacco.

Meno dannoso delle sigarette

"Dimostra pienamente la sicurezza di questo dispositivo sarà probabilmente richiederà molti anni, insiste il pneumologo Bertrand Dautzenberg, che è oggi un convinto, ma sappiamo con certezza che la" vapotage "è infinitamente meno dannoso per la salute rispetto fumo di sigaretta ". Come lui, un numero crescente di specialisti del tabacco difendono la più ampia diffusione possibile della sigaretta elettronica. Ricordando che il fumo è responsabile di morti 73 000 all'anno, vedono uno strumento inaspettata per ridurre il consumo di tabacco. "Negli ultimi mesi abbiamo assistito a un calo delle vendite di sigarette", osserva il professor Dautzenberg.

Dall'introduzione della sigaretta elettronica sul mercato europeo nel corso degli anni 2000, gli esperti sono divisi sull'opportunità di promuoverlo attivamente. Secondo un recente sondaggio, più di un milione di francesi lo userebbero tutti i giorni. Tuttavia, alcuni scienziati sono riluttanti a incoraggiare l'uso di questo strumento fino a quando non ci sarà un giudizio retrospettivo sufficiente per stabilirne la sicurezza. Altri sottolineano che l'assorbimento della nicotina perpetua una dipendenza dannosa. Secondo il dott. David Planchard, "è importante che le sigarette elettroniche siano considerate come un aiuto allo svezzamento, il cui uso deve essere limitato nel tempo".

da Delphine Chayet per La salute di Figaro

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Co-fondatore di Vapoteurs.net in 2014, da allora sono editore e fotografo ufficiale. Sono appassionato di Vape ma anche di fumetti e videogiochi.

Laisser une réponse