REGNO UNITO: il governo è impegnato a rivedere la regolamentazione delle sigarette elettroniche dopo la Brexit.

REGNO UNITO: il governo è impegnato a rivedere la regolamentazione delle sigarette elettroniche dopo la Brexit.

Brexit arriverà presto! Se la densa nube di vapore presente potesse indubbiamente presentare qualche dubbio fino ad ora, il governo britannico ha annunciato oggi che potrebbe benissimo mettere le mani nella regolamentazione della sigaretta elettronica una volta completata la brexit.


VERSO UNA REVISIONE COMPLETA DEI REGOLAMENTI INTORNO ALLA E-SIGARETTA?


In risposta a una relazione parlamentare sulla sigaretta elettronica, il governo ha accettato di rivedere il regolamento sulle sigarette elettroniche quando la legislazione dell'Unione europea cesserà di applicarsi come previsto a marzo 2019.

Nella sua risposta al rapporto della Camera dei comuni sulla scienza e la tecnologia sulle sigarette elettroniche, il governo ha formulato raccomandazioni per una revisione dei regolamenti sulle sigarette elettroniche "identificare le opportunità di cambiamento dopo Brexit'.

Il comitato raccomandava nel suo rapporto sulle e-sigarette, pubblicato in agosto 2018, quel regolamento, " attualmente applicata ai sensi della legislazione dell'UE", Essere modificato nella casella" una più ampia transizione verso un ambiente normativo più proporzionato", In quali restrizioni, regole pubblicitarie e tasse"riflettere le prove dei danni relativi dei vari prodotti di tabacco e vapo- re disponibili'.

Nella sua risposta, il Dipartimento della salute e dei servizi sociali ha dichiarato che era determinato a condurre una revisione " al fine di rivedere le normative vigenti e di assicurarle continua a proteggere la salute del paese«.

Aggiunge " Cercheremo aree in cui possiamo liberalizzare in modo ragionevole senza danneggiare la salute pubblica o dove le normative dell'UE limitano la nostra capacità di combattere il tabacco. »

Il governo è anche impegnato a "considerare di riesaminare la situazione relativa allo snus", Un prodotto a base di tabacco in polvere umido, attualmente vietato nell'Unione europea. Il documento di risposta indicava che avrebbe preso in considerazione la possibilità di promuovere lo snusriduzione proporzionale del danno'.

Egli afferma: " L'obiettivo del governo sarà quello di mettere in atto un approccio proporzionato alla gestione del rischio che protegga i giovani e i non fumatori, fornendo ai fumatori l'accesso a prodotti che riducono i danni. »

Il ministro Steve Brine ha già dichiarato che rimarrà aperto alla revoca del divieto dello snus, che è attualmente legale in Svezia e dove i tassi di fumo sono tra i più bassi in Europa.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).

Laisser une réponse