Top banner
Top banner
SPAGNA: Il Ministero della Salute chiede di evitare lo svapo in pubblico dopo il Covid-19

SPAGNA: Il Ministero della Salute chiede di evitare lo svapo in pubblico dopo il Covid-19

Abbiamo perso il conto delle numerose restrizioni internazionali a seguito della pandemia di Covid-19 (coronavirus) che ancora imperversa. In Spagna, il ministero della Salute ha appena chiesto i cittadini a smettere di fumare o utilizzare prodotti di svapo in pubblico.


Salvador Illa Roca, Ministro spagnolo della sanità

IL VAPORE DOVREBBE " ESSERE EVITATO NEGLI AMBIENTI SOCIALI E COMUNITARI! « 


In Spagna, il governo sembra essere preoccupato per la diffusione di Covid-19 attraverso il fumo o lo svapo. In effetti, il Il ministero della Salute spagnolo ha avvertito e chiesto ai suoi cittadini di non fumare o svapare in luoghi pubblici vista la quantità di contatti corpo a corpo che questa abitudine comporta. Il “gesto” di fumare o svapare potrebbe rappresentare un rischio nella lotta per contenere il coronavirus.

Il ministero della Salute spagnolo ha anche vietato l'uso di narghilè (shisha) anche se il paese è tornato da un divieto di tre mesi terminato il 21 giugno 2020.

Secondo un documento della commissione per la salute pubblica spagnola, fumare e svapare " dovrebbe essere evitato in contesti sociali e di comunità  Perché è un modo per prevenire nuove infezioni da COVID-19.

« Nelle situazioni in cui viene effettuato l'uso, dovrebbe essere in spazi aperti con igiene personale da parte del consumatore, come il lavaggio delle mani prima e dopo e pulizia dei dispositivi utilizzati. Afferma il ministero della Salute, il quale specifica che questo "consiglio" mira a ridurre il rischio che fumatori e vapers tocchino superfici potenzialmente contaminate nelle terrazze e in altri luoghi pubblici, per poi mettersi le mani in bocca.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha ripetutamente avvertito che il fumo è collegato a un rischio più elevato di malattie gravi per le persone infette da Covid-19.

Diversi studi di scienziati francesi e spagnoli suggeriscono che la terapia con nicotina potrebbe effettivamente aiutare a combattere il coronavirus, sebbene ciò sia stato contestato dal Ministero della Salute spagnolo che ha affermato che questi studi non hanno basi scientifiche.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.