STUDIO: l'industria dello svapo utilizza Instagram per raggiungere i giovani!

STUDIO: l'industria dello svapo utilizza Instagram per raggiungere i giovani!

Potresti non saperlo Instagram, questo popolare social network soprattutto con i giovani. Bene il Dr Aqdas Malik, ricercatore presso Università di Aalto in Finlandia ha recentemente lanciato uno studio per vedere i collegamenti tra l'industria dello svapo e il social network. Secondo i ricercatori, le conclusioni sono chiare: le aziende di svapo usano Instagram per commercializzare i loro prodotti ai giovani!


Dr Aqdas Malik - Ricercatore presso l'Università di Aalto

UN'ANALISI DI MIGLIAIA DI IMMAGINI PER INTELLIGENZA ARTIFICIALE!


Instagram è una piattaforma di social media visiva molto popolare, soprattutto tra i giovani. Ricercatori interessati alla salute pubblica presso Università di Aalto in Finlandia hanno studiato come viene rappresentato lo svapo sulla piattaforma. Utilizzando l'intelligenza artificiale, lo scorso anno sono stati in grado di analizzare centinaia di migliaia di messaggi per un periodo di 6 mesi e hanno scoperto che gran parte dei messaggi promuoveva liquidi elettronici aromatizzati per un pubblico giovane.

La ricerca ha funzionato caricando ogni immagine su Instagram che aveva una didascalia, incluso l'hashtag "#vaping" da giugno a novembre 2019.

« Sapevamo che sarebbero state principalmente pubblicazioni promozionali "Disse il Dr Aqdas Malik dal dipartimento IT che studia la sanità pubblica e Internet, " ma volevamo sapere che tipo di immagini erano e chi le ha pubblicate. Alla fine, hanno generato un database di oltre mezzo milione di immagini, che hanno poi ordinato utilizzando una rete neurale, che raggruppava le immagini in categorie con caratteristiche simili.

Ciò ha dimostrato che il 40% delle immagini erano e-liquid. Questi sono stati principalmente pubblicati da profili Instagram elencati come account aziendali. L'importanza delle pubblicazioni sugli e-liquid è interessante dal punto di vista della salute pubblica perché, sebbene molti marchi di vaporizzatori dichiarino di vendere dispositivi per smettere di fumare, altri studi hanno dimostrato che questi Gli e-liquid colpiscono fortemente gli adolescenti che svapano.

« Sebbene i supporti di stampa e trasmissione abbiano chiare regole e regolamenti su ciò che può e non può essere pubblicizzato e ciò che costituisce la pubblicità, non vediamo non quello sui social media "Ha detto il dottor Malik.

« Penso che abbiamo bisogno di leggi e regole più severe su come permettere a questi prodotti di essere visti su queste reti. Qualsiasi dodicenne con un telefono può ottenere un account e ignorare le regole di età minima per vedere cosa viene pubblicato qui e le potenziali implicazioni per la salute sono significative. '.

Il 60% di tutti i messaggi che utilizzano l'hashtag "#vaping" provengono da account aziendali. Oltre il 70% degli utenti di Instagram ha meno di 35 anni e oltre il 35% degli utenti di Instagram ha meno di 24 anni. " È una vasta area grigia in termini di regolamenti pubblicitari, soprattutto quando si tratta di promuovere per un pubblico giovane "Ha detto il dottor Malik.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).