USA: verso un tasso inferiore di nicotina nelle sigarette?

USA: verso un tasso inferiore di nicotina nelle sigarette?

Gli Stati Uniti potrebbero costringere i giganti del tabacco a ridurre di un terzo il contenuto di nicotina delle sigarette. Una misura di sanità pubblica, volta a renderli meno avvincenti. Le compagnie del tabacco sono già pronte a lanciare una controffensiva in tribunale.


DA 1,5 MG A 0,3 O 0,5 MG DA SIGARETTA AGLI STATI UNITI!


Gli Stati Uniti di Donald Trump non sono esattamente conosciuti per essere i regolamenti più a cavallo di tutti i tipi. E qui arriva una proposta che costringerebbe i giganti del tabacco a ridurre il contenuto di nicotina delle sigarette: « Probabilmente la più importante iniziativa di sanità pubblica del secolo », Secondo Washington Post.

La nicotina potrebbe passare da 1,5 milligrammo a 0,3 e 0,5 milligrammo per sigaretta venduta sul suolo americano. L'obiettivo: renderli meno avvincenti e ridurre il numero di decessi di tabacco 500 000 all'anno nel paese (quasi 6 milioni nel mondo).


UNA DICHIARAZIONE DI GUERRA CHE CAUSA UNA REAZIONE ALLA STRADA DI PARETE


La notizia, annunciata lo scorso luglio da Scott GottliebIl capo della Food and Drugs Administration (FDA), Food and Drugs Administration, ha creato un'onda d'urto a Wall Street, sede del mercato azionario statunitense. Le azioni del gigante del tabacco Altria (ex Philip Morris) sono calate di 19% il giorno dell'annuncio.

L'industria del tabacco americana ha trovato il suo punto debole nella persona di Scott Gottlieb, eletto dal Senato a capo della FDA a maggio 2017. Medico e sopravvissuto al cancro, dichiarò guerra al tabacco e alla sua industria.
« Le sigarette sono l'unico prodotto di consumo legale che, se usato come previsto, ucciderà metà dei suoi utenti a lungo termine »ha ricordato a metà marzo, rivelando più precisamente il piano dell'agenzia.

Per decenni, le autorità pubbliche hanno cercato di convincere i fumatori a ottenere la loro nicotina in caso contrario, sia con gomme da masticare che con cerotti antifumo. Le sigarette elettroniche sono, secondo i primi studi, anche meno dannose per la salute. Riducendo drasticamente i livelli di nicotina nelle sigarette, l'obiettivo della FDA è quello di garantire che i fumatori si allontanino in modo massiccio per preferire questi altri prodotti e che i giovani non tocchino la sigaretta. « Entro l'anno 2100, le analisi mostrano che la riduzione della nicotina potrebbe impedire a 33 milioni di persone di diventare fumatori regolari ' dice Scott Gottlieb.

Mentre l'iniziativa è generalmente supportata da professionisti della salute, alcuni temono che i fumatori fumino molto di più, per riacquistare il loro livello di nicotina del passato. Altri temono che un mercato nero per le sigarette importate entrerà in vigore.

Ma la battaglia della FDA potrebbe essere dura per l'industria del tabacco e le sue potenti lobby del Congresso. Avvocati per Big Tobacco "Può denunciare la legge sostenendo che la nuova legge è di fatto un divieto di sigarette al di fuori della giurisdizione della FDA. Secondo un membro del gabinetto di Donald Trump, la Casa Bianca sostiene l'approccio di Scott Gottlieb. Per il momento

Fonte : Ouest-france.fr

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.

Laisser une réponse