USA: IQOS viene valutato oggi dalla FDA per la possibile commercializzazione.
USA: IQOS viene valutato oggi dalla FDA per la possibile commercializzazione.

USA: IQOS viene valutato oggi dalla FDA per la possibile commercializzazione.

È oggi che negli Stati Uniti, gli esperti della FDA (Food and Drug Administration) esamineranno il caso di IQOS, il famoso sistema di tabacco riscaldato da Philip Morris. Il sistema verrà valutato per scoprire se può essere commercializzato nel paese.


UNA VALUTAZIONE DEL SISTEMA DI TABACCO RISCALDATO "IQOS" DALLA FDA


È mercoledì che l'autorità federale statunitense per la droga prenderà in considerazione la domanda Philip Morris. Il fabbricante di sigarette, che ha sviluppato l'IQOS a Neuchâtel, spera di vendere questo dispositivo che riscalda il tabacco con un'etichetta che indica che è meno pericoloso della sigaretta tradizionale.

Una decisione favorevole a Philip Morris aprirebbe prospettive significative nel mercato statunitense, ma fornirebbe anche argomentazioni ad altre giurisdizioni in tutto il mondo su cosa fare con i dispositivi per inalare i prodotti del tabacco. il New York Times Martedì sera un gruppo di esperti è pronto a votare mercoledì.

Philip Morris basa la propria tesi su studi che indicano che il riscaldatore del tabacco non produce "fumo" allo stesso modo della sigaretta, riducendo così l'inalazione delle tossine responsabili delle malattie legate al tabacco. Queste conclusioni sono contestate da alcuni studi universitari, in particolare in Svizzera.

Martedì sera, il New York Times ha anche affermato che un pannello era già stato pronunciato sul tema della sigaretta elettronica, dispositivo che consente di inalare prodotti del tabacco sotto forma di vapore.

Fonte : Arcinfo.ch

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Appassionato di giornalismo, ho deciso di unirmi al team editoriale di Vapoteurs.net in 2017 per occuparmi principalmente di notizie di vape in Nord America (Canada, Stati Uniti).

Laisser une réponse