Top banner
VAPE, E TU: Tutti insieme in difesa dello svapo!

VAPE, E TU: Tutti insieme in difesa dello svapo!

Difficile essere vapoteur nel 2021. Tra gli articoli sensazionalistici di una stampa più desiderosa di spacciare a priori che verità scientifiche, la pigrizia in tema di politiche che restano, nonostante i numerosi studi indipendenti favorevoli allo svapo, completamente ignorante in materia e delle accuse infondate di un'OMS decisamente molto permeabile all'influenza delle lobby, l'uomo della strada ha una brutta immagine dello svapo. Peggio ancora, pensa, contrariamente a ogni verità, che la nicotina sia cancerogena, il che non è vero. Quello svapo è una porta di accesso al tabacco per i più giovani, che è stato invalidato da tutti i seri studi fatti sull'argomento. Quel vape è più dannoso del fumo, che è sbagliato, provato e provato.

 


VAPE, E TU? E NEGLI STATI UNITI?


Insomma, affidando il dossier dello svapo a persone prive di qualsiasi competenza, oggi cogliamo le promesse di una normativa punitiva, i cui effetti deleteri stiamo vedendo svilupparsi in tutto il mondo: divieto di aromi che sono alla base dell'interesse dei consumatori per questa alternativa al tabacco, i progetti fiscali in corso che fanno salire i prezzi a dispetto del potere d'acquisto già pesantemente gravato dagli utenti e, naturalmente, la possibile consegna del baby vape nelle mani di una lobby farmaceutica già ben arricchita dall'attuale crisi del Coronavirus.

L'equazione è comunque chiara. L'aumento dei prezzi più la rimozione degli aromi più il controllo della farmacia equivalgono alla morte a medio termine dello svapo. Una tecnologia che ha permesso, negli ultimi dieci anni, di salvare vite umane, di indurre i fumatori a smettere di fumare e che rimane a tutt'oggi l'unico sostituto del tabacco realmente efficace perché garantisce la conservazione del gesto, unanimemente riconosciuto. specialisti, una graduale discesa della dipendenza evitando la maggior parte delle ricadute e la conservazione di un certo piacere che i fumatori amano trovare nello svapo. Forse questa è la pietra angolare dei detrattori che preferiscono un ritiro nella sofferenza che richiede un aiuto medico, la cui realtà concreta è ancora attesa, e che hanno una vaga idea che i vapers possano continuare a provare gioia in se stessi. .

Nel nostro Paese, è nel 2022 che si giocherà il futuro dello svapo. I progetti legislativi abbondano nella direzione sbagliata della storia e quella che è certamente la prima rivoluzione sanitaria del ventunesimo secolo potrebbe non sopravvivere. In questione ? Il sacrosanto Principio di Precauzione, espressione da valigia che si usa quando non si sa nulla di un determinato argomento. Tuttavia, con un tale principio, non avremmo camminato sulla Luna, non avremmo usato quotidianamente gli smartphone, Pasteur non avrebbe mai inventato la vaccinazione e saremmo elettrizzati da vecchie e inquinanti fabbriche di carbone. La storia non è gentile con i tiepidi.

È ora di svegliarsi. Disuniti, non siamo niente e non pesiamo niente in questo gioco che sta andando molto bene dalla nostra opinione e dai nostri feedback. Uniti, possiamo allertare, possiamo difendere le nostre posizioni e affermarle. Da soli andiamo più veloci, insieme andiamo più lontano.

Sosteniamo quindi il 200% dell'azione avviata da OneShot Media et Salute superiore e ci proponiamo di aprire i nostri canali a tutti coloro, professionisti e non, gestori di liquidi, grossisti, produttori, influencer e media, specialisti del tabacco, scienziati che avranno un messaggio da trasmettere che farà avanzare questa unione che ora è necessario preservare e affermare la salute del profitto che dieci anni di svapo avranno generato dalla sola terra.

In accordo con il nostro credo, apriamo i nostri canali anche a il Fivape e Vapotage Francia se lo desiderano, visto che il tempo non è per la difesa del corporativismo ma per una pratica, lo svapo, che salva vite, da qualunque parte provenga. Apriamo i nostri canali anche a Vap You, Quindi Vape, posizione di svapot, Vapexpo, Il diario del vapore, E-cig Mag, Il diamante, l'Aiduce e tutti coloro che lo desiderano.

Si tratta, qui e ora, di agire insieme, in difesa di un'unica visione: quella di un mondo senza tabacco. Tutti sono i benvenuti, pur rispettando le nostre differenze, le nostre differenze a volte perché il Vape, per una volta, deve parlare con la stessa voce. Più tardi sarà troppo tardi.

Come si suol dire, ti auguro un Happy Vape. Condividi, diffondi il più possibile, parlane intorno a te. Come vaper, nessuno è in una posizione migliore di te per pronunciare l'unica parola che conta: la tua.

Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore

Avendo una formazione in specialista della comunicazione, mi prendo cura da un lato dei social network Vapelier OLF ma sono anche editore di Vapoteurs.net.